Recupero Password
Intensa attività per il Centro di Recupero del Wwf Molfetta
18 ottobre 2011

MOLFETTA - Entusiasmante il successo riscosso dall'iniziativa Disney's Friends for Change - Insieme per la Terra - promossa da Disney e Wwf Italia, svoltasi a Manfredonia e gestita dal Centro di Recupero Tartarughe Marine Wwf di Molfetta, che ha visto la partecipazione di centinaia di bambini provenienti dalle scuole elementari e medie della città sipontina.
I ragazzi, che hanno ricevuto simpatici gadget, hanno sensibilizzato la marineria sipontina con interviste e donazione di simboli della collaborazione al progetto di salvaguardia delle tartarughe ai pescatori, hanno visitato i motopescherecci e assistito alla liberazione di sei esemplari curati presso il centro molfettese.
Alla manifestazione hanno partecipato anche alcuni cittadini baresi che, nello scorso mese di agosto, hanno segnalato alla Capitaneria di Porto di Bari due tartarughe marine impigliate con amo e lenza in grosse difficoltà. Grazie al tempestivo recupero e alle cure ricevute, i due esemplari sono stati liberati proprio nel corso dell'iniziativa.
Prosegue intanto l'attività tesa alla salvaguardia di questi preziosi animali. Continuano, infatti, senza sosta i ritrovamenti di tartarughe in difficoltà. Nei giorni scorsi, in tarda serata, grazie alla collaborazione dei Michele e Ciro Conoscitore e Domenico Tattilo, sono state recuperate, con il coinvolgimento della Capitaneria di Porto, tre tartarughe che i pescatori hanno consegnato alla stazione navale dei Carabinieri di Manfredonia al comando del Maresciallo Alessandro Cerri.
I tre esemplari si presentano in buone condizioni ma saranno sottoposti ai consueti accertamenti clinici prima di tornare nuovamente in libertà.
Sono oltre cento le tartarughe che, dall'inizio dell'anno, sono state affidate al centro molfettese, che si prepara anche all'evento "Biodiversamente", il Festival dell'Ecoscienza, organizzato dal Wwf Italia con l'Associazione Nazionale Musei Scientifici, in programma il 22 e 23 ottobre, che prevede visite guidate in musei di scienze naturali, orti botanici, acquari e Oasi Wwf. Nel prossimo fine settimana, dunque, anche il Centro di Recupero del Wwf di Molfetta sarà aperto a visite guidate.
L'iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, è tesa a valorizzare la salvaguardia della biodiversità e a sostenere la ricerca scientifica in tale ambito. "Diventa indispensabile - afferma Pasquale Salvemini, responsabile del Centro di Recupero Tartarughe Marine Wwf di Molfetta - continuare l'azione di monitoraggio delle tartarughe marine, in quanto sono ancora troppe quelle che purtroppo arrivano già morte sulle nostre coste". L'ultimo caso si è verificato ieri a Barletta, dove la Capitaneria di Porto ha rinvenuto una carcassa di caretta caretta, arenatasi sulla spiaggia di ponente.
Fortunatamente molti esemplari in difficoltà vengono recuperati in tempo e, dopo le necessarie cure, tornano nel proprio habitat come accadrà a Molfetta martedì 18 ottobre, alle ore 12.30, con la liberazione di alcune tartarughe in collaborazione con la Capitaneria di Porto - Guardia Costiera.
 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet