Recupero Password
Insediato il nuovo consiglio regionale: Pietro Pepe (Margherita) eletto presidente
07 giugno 2005

BARI – 7.6.2005 Il consigliere regionale della Margherita Pietro Pepe (nella foto) è stato eletto presidente del consiglio regionale pugliese con 47 voti dei 70 complessivi dell'assemblea; i restanti 23 consiglieri si sono astenuti. Pepe è il decimo presidente nella storia dell' istituzione consiliare. Vicepresidenti sono stati eletti, a scrutinio segreto, Luciano Mineo dei Ds e Lucio Tarquinio di Fi. La maggioranza non è stata compatta: Mineo ha ricevuto infatti 40 voti, rispetto ai 42 che avrebbe dovuto ricevere se l'intero centrosinistra avesse votato per lui. Diviso il centrodestra che ha dato i suoi voti a Tarquinio che ha ricevuto 22 voti (28 complessivamente i consiglieri di minoranza), ma anche all'Udc Caroppo (che ne ha avuti cinque). Anche il molfettese Franco Visaggio del Nuovo Pri ha votato a favore di Pepe e si è astenuto per gli altri denunciando «il mancato coinvolgimento» nella scelta del vicepresidente del consiglio. «Con la candidatura di Caroppo - ha detto il presidente del gruppo Udc Angelo Cera - vogliamo denunciare un sistema che non regge più. Il sistema dell'ultima ora, delle decisioni prese all'ultimo minuto. In questo modo pensiamo e ci auguriamo di spingere la coalizione di centrodestra ad una maggiore collegialità in futuro per avere tutti pari dignità». Stesse motivazioni e stesse riflessioni anche per Luigi Loperfido del Gruppo per le Autonomie. Eletti i due consiglieri segretari Sono Bonasora e Attanasio rispettivamente eletti con 41 e 21 voti, i due segretari consiglieri del neonato ufficio di presidenza. Ad aprire i lavori è stato il consigliere più anziano di età: il settantatreenne tarantino Enzo Manco dell'Udc. Dopo la convalida degli eletti, l'elezione del presidente e dell'ufficio di presidenza del Consiglio regionale, il giuramento di fedeltà alla Costituzione italiana e allo Statuto regionale del presidente della Giunta regionale, ci sono state le comunicazioni del presidente della giunta regionale sulla composizione della Giunta e sul programma di governo, il primo guidato da una coalizione di centrosinistra dopo 10 anni. A presiederlo il governatore Nichi Vendola eletto dai pugliesi il 3 e il 4 aprile scorso. Dopo l'apertura ufficiale del consigliere anziano, il segretario generale del Consiglio, Renato Guaccero, ha provveduto alla lettura dei nomi dei 70 consiglieri eletti. Tra il pubblico si è notata anche la famiglia del presidente Vendola. Entro i prossimi cinque giorni, i consiglieri dovranno inoltrare all'ufficio di presidenza una dichiarazione scritta di appartenenza ad un gruppo consiliare, che poi successivamente designerà i propri rappresentanti nelle sette commissioni consiliari permanenti (bilancio, affari generali, sanità, sviluppo, ambiente, lavoro, affari istituzionali).
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet