Recupero Password
Il signore della sbarra incanta Bari In centinaia per Igor Cassina medaglia d'oro alle olimpiadi di Atene
15 gennaio 2005

Erano in centinaia solo per lui: Igor Cassina, atleta di Seregno(Mi), medaglia d'oro alle olimpiadi di Atene 2004, il “signore della sbarra”. Il campione ha unito tantissimi bambini delle scuole di Bari in occasione della festa del Coni Puglia Stars. Dopo aver ricordato le manifestazioni che hanno visto impegnata la società nel corso dell'anno, si è arrivati alla firma di un protocollo di collaborazione fra Comune e Scuola Regionale per lo Sport. A sottoscriverlo il vicesindaco Marida Dentamaro e il presidente (consigliere nazionale giunta Coni). Hanno assistito alla cerimonia anche numerose autorità quali il presidente del Coni Puglia, Elio Sannicandro e il direttore della Banca Popolare di Puglia e Basilicata. Sono stati premiati il capo redattore della redazione sportiva della “Gazzetta del Mezzogiorno” Carlo Gagliardi e il suo collega Gaetano Campione inviati ad Atene in occasione delle Olimpiadi. Riconoscimenti sono andati anche al Sig. Paparesta di Bari, arbitro di calcio internazionale e Francesco Attolico, ex portiere della nazionale olimpica di nuoto nel 1992 a Barcellona. E finalmente arriva il momento tanto atteso dai bambini che incitano in coro e lo acclamano come se fosse una gara vera e non un semplice esercizio dimostrativo. In pedana Igor Cassina inizia un esercizio. Il campione non esegue quello preferito, al quale ha anche dato il suo nome, perché l'attrezzatura non è idonea e per non rischiare di farsi male. Vedere il suo esercizio è stata un'emozione forte: un angelo che si libra leggero, come il David, ma in volo. Cassina (nella foto tra Pietro Natalicchio e Leonardo de Sanctis) ha poi raccontato come è nata la sua passione per questo sport e come sia riuscito ad ottenere un risultato così prestigioso, sottolineando che c'è voluto sacrificio, tanto lavoro e anche tanta passione. Igor Cassina aveva sognato il gradino più alto del podio olimpico nella competizione dei cinque anelli da quando a sette anni aveva iniziato l'attività agonistica. La sua vittoria è stata il risultato dei duri allenamenti a cui si è sottoposto fino ad arrivare a quella magica serata di Atene, dove i sogni, qualche volta, si avverano. Dopo l'esercizio dimostrativo fatto a Bari, Igor è stato sommerso dalla folla che sgomitava in cerca di quell'autografo tanto prezioso. Purtroppo Cassina non è riuscito ad accontentare tutti perché è dovuto subito ripartire per Roma. “Mi sarebbe piaciuto rimanere ancora con voi anche fino a tardi, siete un pubblico caldo e accogliente, ma purtroppo ho altri impegni improrogabili”. Ed è volato via come in uno dei suoi splendidi esercizi. Leonardo de Sanctis
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet