Recupero Password
Il sacco di Molfetta raccontato dai ragazzi della scuola media Giaquinto
02 giugno 2009

MOLFETTA -Alla presenza del sindaco Antonio Azzollini e dell'assessore alla socialità Luigi Rosselli, la prof. sa Rosalba Maria Carabellese, dirigente scolastico della scuola secondaria di 1° grado “C. Giaquinto” di Molfetta, ha presentato, quale frutto di un lavoro attento e dettagliato di riscrittura di una pagina drammatica della storia cittadina, il libro “Il sacco di Molfetta nell'anno del Signore 1529”, illustrato e scritto dagli alunni. Patrocinato dall'assessorato al diritto allo studio della regione Puglia e dal comune di Molfetta, il progetto, realizzato dai ragazzi sotto la costante supervisione dei loro insegnanti all'interno dei laboratori nei quali si sono articolate le fasi di realizzazione del libro, ha preso spunto dalla cronaca storicamente documentata di Giuseppe Marinelli sul sacco e sulla presa della città del 19 luglio 1529. Curatrice del testo, nonché responsabile del laboratorio di riscrittura del testo insieme alla prof. sa Vincenza Cormio, è la prof. sa Elisabetta Mongelli; la fase di scrittura creativa che ha portato all'invenzione, sulla base del dato storico, di tre storie collocate in appendice al testo è affidata, invece alle prof. sse Elisabetta Depalo e Paola Gadaleta. La parte creativa vanta l'apporto di Giuseppe “PIN” Mastropierro, un idolo per i ragazzi che si sono avvalsi della sua collaborazione. La particolarità delle immagini che corredano il testo consiste nel fatto che i personaggi storici vengono rappresentati in forma animale, a seconda delle loro qualità morali o dei loro ruoli: Francesco I di Valois ha l'aspetto di un tucano; il suo antagonista, Carlo V d'Asburgo, invece, appare come una piovra: i suou tentacoli attanagliano le due parti di un impero che potrebbe riunire solo impossessandosi dei territori francesi, la Borgogna e il Milanese, che separano i due tronconi. Le conseguenze del lungo conflitto tra i due contendenti furono avvertite in tutte l'Italia meridionale: le città si divisero nell'appoggio dato alla Francia o all'Impero e, tra queste, Molfetta fu una di quelle che visse con drammaticità questa pagina della sua storia: una pagina che riemerge con forza ma con naturalezza in questo libro.
Autore: Anna Chiara Paniscotti
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet