Recupero Password
Il Presidente del Consiglio Comunale di Molfetta, Nicola Piergiovanni al dimissionario Ninnì Camporeale: disonorevole fuga con offese a tutti, solo per motivi elettorali
14 maggio 2015

MOLFETTA - “Nonostante quello che pensa Ninnì Camporeale ho sempre interpretato il mio ruolo di Presidente della massima assise cittadina con l’alto senso delle istituzioni che esso impone e, per questo, ho sempre cercato di evitare di entrare direttamente nelle polemiche politiche con gli esponenti del centrodestra, ma le affermazioni del candidato sindaco bocciato dalla città nel 2013, rilasciate poco dopo la formalizzazione delle sue dimissioni da consigliere comunale, mi hanno profondamente amareggiato e meritano una risposta chiara”.

Non usa mezzi termini Nicola Piergiovanni (foto), Presidente del Consiglio Comunale, definito da Ninnì Camporeale, nel giorno delle sue dimissioni, ‘il primo ultrà ad offendere’.

“Desta profonda tristezza vedere come un (ex) autorevole esponente del centrodestra, individuato addirittura da quella coalizione come suo massimo rappresentante nelle scorse elezioni amministrative, debba arrampicarsi sugli specchi, offendendo (lui sì!) le figure istituzionali della nostra città, per giustificare in maniera goffa le sue ingloriose dimissioni da consigliere comunale di opposizione. Tutti sanno benissimo quali siano le ragioni reali di questa sua disonorevole fuga dalla massima assise cittadina, a poche settimane dal voto per le regionali e nel pieno di una campagna elettorale che lo vede sostenere attivamente un candidato nelle liste di centrosinistra. Per questo Camporeale avrebbe fatto meglio ad evitare di addossare la responsabilità delle sue frettolose dimissioni al sottoscritto o addirittura al Sindaco, limitandosi a spiegare che, con questa operazione, si garantisce al suddetto candidato il sostegno elettorale di un ‘campione delle preferenze’ della nostra città. Altro che ‘non voglio essere complice di un Consiglio che è causa dello sfacelo economico di Molfetta’.
Con queste parole Camporeale ha offeso l’organo collegiale che ho l’onore di presiedere, che difendo strenuamente e che rappresenta la massima espressione democratica della nostra città, e ha gettato discredito su tutti i consiglieri comunali che, al di là dell’appartenenza politica, lavorano con passione e dedizione nell’interesse esclusivo della città. Devo purtroppo constatare, da consigliere comunale ‘anziano’ che ha trascorso dieci anni all’opposizione tra quei banchi dell’Aula “G. Carnicella”, che Camporeale abbandona in maniera ingloriosa il ruolo di oppositore che i cittadini gli avevano assegnato, tradendo il mandato ricevuto dagli elettori.
Credo che questa non sia una pagina di buona politica, né un esempio di stile e di rispetto nei confronti dei cittadini elettori e delle istituzioni. So bene (per averlo sperimentato sulla mia pelle, con un sindaco autoritario come Antonio Azzollini e con un Presidente del Consiglio sempre pronto ad assecondarlo, calpestando ripetutamente le prerogative delle opposizioni, come faceva proprio il mio predecessore Ninnì Camporeale) quanto sia dura l’attività di consigliere comunale di minoranza, ma la città nel 2013 ha fatto la sua scelta e tutti noi abbiamo il dovere di rispettarla, ricoprendo fino in fondo il ruolo che gli elettori ci hanno assegnato.
Queste dimissioni dimostrano uno scarso senso delle istituzioni da parte di Camporeale che abbandona il suo scranno per ragioni squisitamente utilitaristiche legate alle prossime elezioni regionali. Nessuno di noi è così sciocco da non averlo capito. Per questo, almeno, ci risparmi le sue sconclusionate accuse contro chi, come il sottoscritto, esercita sempre con rigore ed equilibrio la sua difficile funzione. Da quel pulpito certe prediche non possono che essere rispedite al mittente”.

“Su una cosa – ha concluso Piergiovanni – Camporeale ha ragione: sono un ‘ultrà’, ma solo di Molfetta, la città che amo”.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""

Che si cerchi la "buona politica" in personaggi che hanno abbondantemente dimostrato di non sapere forse NEMMENO che cosa sia la POLITICA, mi sembra una autentica chimera! Ma vorrei soffermarmi principalmente su un aspetto di questa azione (le dimissioni da Consigliere comunale e leader d'opposizione) del sig. Camporeale. A giustificazione del gesto plateale, egli afferma che (cito): ...'non voglio essere complice di un Consiglio comunale che è causa dello sfacelo di Molfetta'! Mi sembra un atteggiamento da uomo piccolo piccolo, assolutamente inadatto anche a ricoprire il ruolo di OPPOSIZIONE a chi ...'sta(rebbe) lavorando per la rovina della Città'! Caro Amico, una Persona che ama la propria Città, che sente con vigore la correttezza delle proprie idee, onestamente portate avanti, (giuste o sbagliate che siano) che si trova nel ruolo in cui si trova: FAR SI' CHE CHI 'STA(REBBE) PORTANDO ALLA ROVINA ED ALLO SFACELO ECONOMICO LA CITTA' POSSA SMETTERE DI FARLO, ED ABBANDONA LA BARCA CHE STA(rebbe) AFFONDANDO, beh! che dire???? Con quale faccia ti ripresenterai - perché certamente lo farai - alla prossima consultazione elettorale? Che cosa dirai ai tuoi Elettori che onestamente cred(evano)ono in te, dopo questo che non è proprio un atto di coraggio istituzionale (sempre che sia vero quanto da te affermato) e che soprattutto sia questa la VERA ragione delle dimissioni? Le battaglie contro qualcosa che ci sembra sbagliato le si fanno combattendo, non scappando! Con il dovuto rispetto per la sua cultura e le sue idee "politiche", un saluto all'ineffabile ex pretendente Sindaco, a cui probabilmente piace solo...vincere facile.

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet