Recupero Password
Il presidente Bellifemine: Gioia immensa. Ora la salvezza, poi progetto d'assalto
15 giugno 2006

A serie B2 appena ottenuta, abbiamo sentito il presidente Andrea Bellifemine, uno dei maggiori artefici del salto di categoria. In esclusiva, le sensazioni, le pagelle e le prime anticipazioni sul futuro della Virtus. Presidente, siamo in B2. Riesce ad esprimere cosa sente? “Michele, finalmente la B2. E' una gioia immensa, una soddisfazione così forte che non so come misurarla. Tanti sacrifici, il lavoro di tutti, dico di tutti, anche il tuo, ci ha portato a questo meritato traguardo”. A chi vuole dedicare questo successo? “Questo successo lo dedico alla città, ai tifosi, agli sponsor che ci hanno sostenuto ed hanno sempre creduto nei nostri programmi”. Palasport strapieno. Un amore sconfinato della città verso la squadra. Sembra un buon punto di partenza per la serie B2… “Vero, per gara 5 vi erano circa 2800 spettatori. Il punto di partenza è buono, speriamo di conservare questo pubblico e di fare una buona campagna abbonamenti, così da poter pianificare una stagione 2006-2007 di consolidamento e nello stesso tempo di programmazione per i prossimi 3 anni”. Facciamo un gioco. Un aggettivo per ogni nome. Carolillo… “Il mago. Riesce sempre, nei momenti difficili, a pescare il jolly e vincere la partita. In gara 1 e gara 5 ha rifilato con 2 mosse lo scacco matto al tanto navigato Lillino Ciracì”. Maggi… “Il professore. Insuperabile”. Teofilo “Ragno. Il cuore della Virtus. Capitano insostituibile”. Varisco “El Grinta. Non ha eguali nel suo ruolo. Unico”. Leo “D'Artagnan. Quando meno te l'aspetti, con due colpi ti mette al tappeto. Inimitabile”. Tommasini “Il Professionista. Secondo me il miglior “5” visto negli ultimi anni nel nostro girone. Mito vivente”. Rotolo “Frizzante. Non ha potuto dare il massimo perchè non ha giocato molto, ma ne sentiremo parlare molto bene in futuro”. Verrigni “Tutti lo davano in fine carriera ma ha dato e può dare ancora molto. Il killer ha fatto male molto male alle difese avversarie”. Gesmundo “Il gladiatore. Ha avuto una stagione difficile, funestata da molti infortuni, ma quando è stato chiamato in causa ha sempre risposto e non solo... Unico”. Filianoti “Il bello…ma non solo. Ha avuto poco spazio quest'anno, ma è un giocatore completo e tecnicamente forte. Ne sentiremo parlare in futuro, speriamo ancora con la maglia della Virtus”. Bonaiuto “Cecchino devastante. Non si è potuto esprimere molto quest' anno, ma è un giocatore di estro e talento garantito”... Ora la B2. La Virtus è da rinnovare o ritoccare? Ha qualche anticipazione di mercato? Qual è il prossimo obiettivo? ”Consentimi prima di rivolgere un plauso allo staff tecnico e medico di Carolillo, il vice Azzollini, Nicola Furio, Michele Ventura, Nicola Murolo, storico medico sociale. Per tutti voto 10. La squadra è solo da rinforzare, non da rinnovare, anche se è presto per movimenti di mercato. Quest'anno credevo molto nel salto di categoria, Ora siamo in B2 e ci dobbiamo rimanere. Obbiettivo 2006-2007: salvezza tranquilla per programmare un piano d'assalto nelle due stagioni seguenti. Grazie da Andrea Bellifemine, il presidente di mille battaglie, dalla Promozione alla B2, una vita dedicata alla pallacanestro”.
Autore: Michele Bruno
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet