Recupero Password
Il Liceo Classico riconsegnato ai suoi studenti
15 ottobre 2009

Dopo ben 112 anni di storia caratterizzati da successi e realizzazioni, il Liceo Classico “L. da Vinci” di Molfetta è stato riportato ai “fasti” del passato grazie agli ultimi lavori di ristrutturazione. Nel 1897 l’Amministrazione Comunale, al termine di un accordo stipulato con il Vescovo, decise la costruzione della sede storica in Corso Umberto I, occupata ancor oggi dall’Istituto. L’ edifi cazione dello stabile mise a dura prova le fi nanze comunali ed animò il dibattito politico- amministrativo, al quale intervenne anche Gaetano Salvemini, che proponeva di sanare le fi nanze comunali mediante la regifi cazione dell’Istituto e l’assunzione delle spese gestionali da parte dello Stato. Il Liceo Classico è sempre stato un “contenitore culturale”, grazie al suo corpo docente, sempre intraprendente ed aperto a manifestazioni e progetti formativi, e ad allievi svegli e capaci. Gli ultimi lavori di ristrutturazione hanno reso la sede storica del Liceo Classico un “fi ore all’occhiello” per la città. I lavori sono stati affi - dati all’impresa edile Prodon di Andria, la quale non è intervenuta sulle strutture secolari dello stabile, ormai patrimonio storico, ma si è occupata della messa in sicurezza dell’Istituto, della tinteggiatura delle pareti, dell’abbattimento delle barriere architettoniche presenti, del rifacimento dei servizi igienici, con l’integrazione di un nuovo bagno per i disabili, della pavimentazione della palestra coperta e della costruzione di nuove gradinate, in quella scoperta. Si è scelto, inoltre, di non sostituire gli antichi pavimenti di pregio dell’azienda de Lillo di Molfetta, le porte e le fi nestre. Durante i lavori, avviatisi nell’Ottobre 2008 e terminati prima dell’inizio del corrente anno scolastico, gli studenti hanno frequentato regolarmente le lezioni, gentilmente ospitati presso la sede del Liceo Scientifi co “A. Einstein” di Molfetta. Tale soluzione, che ha evitato “doppi turni” agli studenti, è stata presa con lungimiranza dal Prof. Giuseppe Cannizzaro, Dirigente scolastico di entrambi gli Istituti, il quale si è prodigato per fornire agli allievi della scuola aule spaziose e luminose. Nel corso dei lavori sono stati ritrovati apparecchi scientifi ci, risalenti alla fi ne dell’ Ottocento, e una strumentazione da laboratorio, che costituisce un esempio della competenza dei docenti di scienze e di fi - sica che hanno svolto il loro insegnamento nel liceo. Le apparecchiature rivelano anche, nella preziosità dei materiali con cui sono state costruite, sapienza estetica e funzionale e un gusto del bello, che ora appare scomparso. Ringraziamenti per la realizzazione dei lavori vanno all’ex assessore provinciale Antonello Zaza e all’equipe tecnica provinciale, formata dall’ing. Aldo La Stella e dal geometra Vito Savino. Si sta lavorando alla catalogazione di tali oggetti, che, conservati gelosamente in una delle più belle aule dell’Istituto, saranno presto esposti al pubblico.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet