Recupero Password
I creativi del centro storico… questi sconosciuti
15 aprile 2005

Il mensile Bellitalia titola «La cattedrale a filo d'acqua» e propone una dettagliata descrizione del nostro monumento più rappresentativo – il Duomo – e del centro storico di cui è il silente guardiano da secoli. L'articolo occhieggia orgoglioso dalla vetrina del centro grafico presente in via Termiti, dove sono concentrati la maggior parte dei “creativi del centro storico”, una sorta di associazione di giovani artigiani, artisti, «cultori delle arti e amanti del bello», come loro stessi si sono definiti che, impiantando la loro attività nella parte storica della nostra città, hanno scelto di scommettere sulla sua bellezza perché riviva e torni ad essere frequentata con più assiduità dai turisti ma, soprattutto, dai molfettesi, purtroppo spesso latitanti e più attratti dai centri delle città limitrofe. “Nemo propheta in patria” certo, ma il problema è piuttosto che la gente… non sa. Di questo, infatti, si lamentano la maggior parte dei protagonisti i queste attività che ce la mettono tutta perché il loro lavoro offra originalità e qualità, ma che stanno ingegnandosi soprattutto su come potersi fare pubblicità visto che, chi ha scommesso su di loro, permettendogli di occupare numerosi locali e favorendo l'impianto delle diverse attività, li ha poi abbandonati, dal momento che non ha dato seguito all'iniziativa passando alla fase della sponsorizzazione. E così gli artisti, i restauratori, gli artigiani di pelle, ceramica e stoffa hanno scelto di auto-sponsorizzarsi oltre che con la loro attività e la partecipazione continua ad iniziative pubbliche, anche con la distribuzione della Mappa del tesoro, curatissima brochure informativa in cui scorci meravigliosi del centro storico attirano in quest'isola di storia e cultura – che tanti ci invidiano – e contribuiscono svelare le numerosissime attività ivi presenti. Eppure, non basta ancora perché il tutto stenta ancora a decollare. Abbiamo scelto allora rivolgerci direttamente ai protagonisti di questa realtà, appassionati del loro lavoro e del posto in cui, dichiarano, hanno la fortuna di lavorare, per capire cos'è – se c'è – che non va. «Il mio sogno era proprio quello di avere una bottega a Molfetta vecchia… ed eccola qui. Ma se dovessi vivere solo da questo lavoro, non ce la farei assolutamente», dichiara sorridendo Antonella Bufi, artigiana e restauratrice che, dopo gli studi a Firenze e un periodo di “pellegrinaggio” per la penisola, mostra orgogliosa la sua deliziosa bottega e ci parla dei suoi obiettivi che sono poi, quelli che condivide con tutti i suoi colleghi. Tutti, chi partecipando ad un concorso bandito dal Comune, chi di propria iniziativa, hanno scelto di sposare la filosofia di lavorare in una realtà urbana sui generis, che necessita di una sensibilità particolare e di una capacità di adattarsi all'aria che nel centro storico si respira, quella di mura antiche, di gente che ci vive da sempre e con cui «è necessario confrontarsi e, in un certo senso, legarsi» – come suggerisce Beppe Paparella, uno degli antesignani del gruppo –. Tutti, insomma, vogliono crederci e andare avanti, forti anche del fatto di essere un gruppo che ha fatto della mutua collaborazione una piacevole certezza, poco sposata, a dire il vero, dalle altre realtà commerciali della città. La loro forza è sicuramente quella di condividere obiettivi e di poter incrociare i percorsi per crescere; il dovere di chi ha creduto in loro è di non vanificare, come sempre, gli investimenti economici e culturali fatti. Ai cittadini sarà sufficiente, per cominciare almeno, scegliere ogni tanto di passeggiare per le strade dell' “isola del tesoro”… e cercare. Francesca Lunanova francesca.lunanova@quindici-molfetta.it
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet