Recupero Password
HOCKEY - Molfetta-Matera finisce in pareggio
10 febbraio 2003

MOLFETTA – 10.2.2003 All'ingresso del palazzetto vengono distribuiti biscotti: sarà per addolcire un'eventuale sconfitta; o forse per edulcorare gli animi dei numerosissimi tifosi al seguito della squadra ospite; o, più probabilmente, si tratta di un dono della società dolciaria il cui nome è stampato su un nuovo striscione. Derby sentito, quello appulo-lucano. Ancor più perchè ci si scontra contro la seconda in classifica e contro la miglior difesa del torneo. Vincere o pareggiare non servirebbe comunque, però si salverebbe l'onore. Alterna, il team della città “dei sassi”, marcature a uomo e a zona; buona circolazione di palla. Subito avanti, il Matera, con Cirilli. Neanche il tempo di battere il centro che De Robertis riporta i conti in parità con una volèe sottoporta su assistenza di Lezoche. Passano cinque minuti ed ancora il capitano coglie di sorpresa la difesa avversaria e sfrutta al meglio il tiro di punizione accordato al Molfetta. Partita dura, pressing asfissiante dei padroni di casa e contatti frequenti. Fioccano le ammonizioni, cartellino blu per Festa dopo una gomitata a De Robertis. Mastropasqua si alza minaccioso ed abbandona la porta alla volta di quello: scatta la baruffa che l'arbitro riesce a sedare a fatica. Poi in due minuti il Matera opera il sorpasso: 2 a 2 di Gravela su palla non controllata in difesa dai biancorossi e 3 a2 di Santeramo. Il Molfetta non molla e perviene al pareggio, grazie alla complicità di Trombetta, con un tiro innocuo di Piscitelli. Azzollini rileva De Robertis che pare non gradire la sostituzione. Cirilli, colpito duro e uscito dopo il goal, prova a rientrare ma il fisico non reagisce positivamente: fine della sua gara tra gli applausi di tutti. Un paio di traverse di Azzollini e Piscitelli, un errore imperdonabile a porta sguarnita di Lezoche ed il Matera ne approfitta: 4 a 3 di Santeramo a un minuto dal termine del primo tempo. Si ricomincia e Spadavecchia, in campo per buona parte del match a denti stretti per l'infortunio ai legamenti del ginocchio destro, fa 4 a 4. Rapidamente si susseguono le reti del 5 a 4 (passaggio di Turturro intercettato) e del 5 a 5 (botta di De Robertis non irresistibile). Ancora qualche occasione sprecata dal Molfetta e De Palma sigla il 6 a 5: Mastropasqua si sarebbe potuto comportare meglio. Un paio di miracoli di Trombetta e finalmente Piscitelli insacca il sesto centro, prima di beccarsi il blu. Per lui 26 tiri in porta e due goal: se passasse un po' di più la pallina… A venti secondi dalla fine un Mastropasqua miracoloso evita la beffa. Primo pareggio stagionale per il Molfetta. Grande spettacolo per il pubblico. Eugenio Tatulli
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet