Recupero Password
Guglielmo Minervini inaugura a Molfetta il comitato di “Noi a Sinistra per la Puglia” “Sarò uno strumento di condivisione e dialogo attraverso cui il Centrosinistra scriverà una bella pagina della politica del cambiamento”. Via alla sede di Corso Umberto n.2 alla presenza di Sel e di buona parte del Pd molfettese. Dura Paola Natalicchio: “le regionali possono riportare la città a stagioni passate. Scabrosa la vicenda di Saverio Tammacco, faremo di tutto per far saltare la sua candidatura mentre in città c'è brutto clima: il voto di scambio è dietro l'angolo”
15 aprile 2015

MOLFETTA - Condividere un progetto politico il più possibile aperto e inclusivo, votato al cambiamento e con l'obbiettivo finale di aggregare tutte le forze progressiste della città che vogliono rilanciare l'azione del centrosinistra partendo dal decennio “vendoliano”. E' stata inaugurata a Corso Umberto n. 2 la sede del comitato elettorale che fungerà da cabina di regia e coordinamento per “Noi a Sinistra per la Puglia”, la lista che riunisce sotto un unico tetto Sel e quell'area del Pd che da sempre si riconosce in Guglielmo Minervini, assessore regionale uscente e candidato alle Regione. Presente Sel al gran completo oltre a buona parte del Pd cittadino.

“E' una sfida importante, una di quelle che non si lanciano e non si vincono da soli ma solo se si ha la capacità di mettersi insieme, di dar vita a qualcosa di nuovo con la consapevolezza che in tempi così difficili si cambia, si lotta, si sogna solo se lo si fa tutti quanti insieme” ha scandito un applauditissimo Guglielmo Minervini che ha poi ricordato come “il tema centrale è quello del cambiamento. C'è bisogno di una politica in grado di cambiare, di restituire alle persone la possibilità di incidere, di migliorare le cose. In questi anni abbiamo trasformato la Puglia in una terra che è tornata ad avere fiducia in se stessa, che ha creduto nelle sue risorse, che ha permesso ai propri figli di credere che nascere qui è una fortuna, un'opportunità, un occasione. Dobbiamo impedire che torni il trasformismo, che tornino i faccendieri”.

Se il cuore è alla Puglia e al decennio di cambiamento segnato dalla leadership di Nichi Vendola, gli occhi saranno puntati su Molfetta. Le polemiche interne al Pd tra l'area di Guglielmo Minervini e quella degli ex dc Annalisa Altomare e Lillino Di Gioia insieme alla clamorosa candidatura dell'ex Fi Saverio Tammacco, hanno caricato la contesa elettorale di una chiara valenza cittadina. Un test sull'amministrazione Natalicchio che si ritrova a essere sostenuta due anni le comunali, dalle stesse forze che ne lanciarono la candidatura.

“Paola ha dimostrato che qui, a Molfetta si può fare una politica diversa. Ma adesso un pezzo della città vuole rimettere le mani su palazzo municipio. Vogliono tornare alla logica del potere da spartite e pezzi del centrodestra cercano di entrare nel centrosinistra. Lo impediremo. Per questo mi sento soprattutto uno strumento attraverso cui, insieme tutto il centrosinistra, fa un altro passo avanti all'insegna della condivisione. Se ci riusciremo scriveremo tutti insieme un'altra pagina della bella politica, la politica del cambiamento” ha concluso Minervini.

Parole chiare sono state espresse da Paola Natalicchio sul caso Tammacco: “è una candidatura scabrosa, indecente. La nostra sarà una campagna elettorale nella quale terremo la barra diritta perché Michele Emiliano sbanda vistosamente. Faremo di tutto per far saltare la candidatura di Tammacco. Ma noi non ci fermiamo. Dicono che questo sia un referendum sull'amministrazione: bene. Condivido questa campagna elettorale senza paura perché queste regionali possono portare a una svolta, impedire che qualcuno si riprenda la città. Tutti uniti, insieme difenderemo un progetto di cambiamento a Sinistra. Sarà la vittoria di più culture che si incontrano, che si uniscono, che vincono”.

A nome di Sel è intervenuto Tommaso Minervini: “questa è una comunità ricomposta, che si ritrova insieme per lanciare la sfida del cambiamento. Ho sollecitato io stesso al presidente Vendola, il via di un'altra tappa di questa sinistra in Puglia”.

© Riproduzione riservata

Autore: Onofrio Bellifemine
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet