Recupero Password
Guardia di Finanza scopre pozzi abusivi a Molfetta, denunciate otto persone Prelevavano acqua e la rivendevano senza pagare imposte
15 giugno 2009

MOLFETTA - La Guardia di Finanza di Molfetta ha segnalato ai competenti uffici regionali e comunali 8 persone – coinvolte a vario titolo - per gli illeciti amministrativi previsti dal r.d n. 1775 del 1933 – art. 17 – decreto diciplinante il regime concessorio delle acque. Tre di queste erano titolari di pozzi abusivi privi di concessioni, che prelevavano circa 10 autobotti al giorno dal sottosuolo, rivendevano l'acqua lucrandoci sopra e non pagando alcuna imposta. Questi abusivi non pagavano nemmeno i canoni idrici dovuti alla Regione Puglia. Nel corso delle operazioni i militari assistiti da personale della competente asl – distretto di Molfetta – hanno provveduto al prelievo dei campioni delle acque per le necessarie analisi. I tre titolari dei pozzi sono stati anche diffidati dal prelievo delle acque in attesa del provvedimento di chiusura da parte del sindaco di Molfetta.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Forse tralasciamo un altro piccolo, grande disagio - questo non ha un costo economico, pur tuttavia è un disagio - che siamo costretti a subire (e per il quale, anni fa avevo fatto una segnalazione ai VVUU), e cioé: il prelevatore di acqua di via s. Scolastica, quando carica le cisterne, praticamente CHIUDE la pubblica via! Io domando e dico, quale sarà mai il peccato che noi sfortunati Cittadini di questa città siamo costretti ad espiare, a causa dell'arroganza incivile e maleducata di altri cittadini, per i quali, l'abuso diventa un diritto, anche "alimentato" dalla passività di chi dovrebbe far rispettare le regole. Mi riferisco a, faccio un piccolo elenco ovviamente non in ordine di importanza: - I prelevatori abusivi di acqua (bene preziosissimo e PUBBLICO). - I parcheggiatori sui marciapiedi. - I parcheggiatori in zone vietate (semafori, bar su strade di grande intensità di traffico, passi carrabili, stalli riservati, doppie triple file per la...colazione del mattino, ecc.). - Strade del centro storico CHIUSE da abitanti della zona che fanno salotto per strada, addirittura parcheggiando le auto degli ospiti (del salotto), nella strada stessa e, di fatto, chiudendola. Capita che per rivendicare il DIRITTO a transitare sulla pubblica via, se va bene ti senti il borbottio infastidito dei "salottieri", quando va male, addirittura, ci scappa la discussione. - Proliferare ABNORME di venditori estemporanei di frutta e verdura ne cito alcuni di quelli...storici e di quelli che nascono come funghi, nell'indifferenza generale: piazza Mentana, angolo Carabellese-don Minzoni, angolo Di vittorio-Carabellese (new entry), via Giovinazzo, zona Anfiteatro di ponenete (addirittura due, praticamente uno di fronte all'altro), ex ditributore ESSO, a fianco del Mattatoio (si stanno giusto attrezzando). - Via Cap. Azzarita. - Storico quello di viale Pio XI angolo Scarlatti. Per non parlare dei fruttivendoli, diciamo così, autorizzati a posto fisso, che in pratica si prendono, un pò per volta e senza che nessuno faccia nulla (Autorità), metà strada. Anni fa, all'inizio del manadato dell'Amministrazione T. Minervini (C.D.) fu fatta una ...bonifica e per un pò, almeno gli abusuvi "autorizzati" rientrarono nei ranghi. Poi, piano piano e visto che si trattava di un provvedimento estemporaneo, l'arroganza ha avuto la meglio. Che peccato! Ma dico: nessuna Autorità sente il bisogno di tutelare i CITTADINI normali? Guardate che , anche costoro pagano le tasse, forse più di quanto non facciano questi individui descritti sopra. Scusate per la prolissità, ma ci sarebbe da farne un romanzo sull'unicità di questi fenomeni della nostra sfortunata Città!.


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet