Recupero Password
Gli studenti incontrano il cinema alla “Gesmundo” di Terlizzi
15 giugno 2004

Il 4 giugno scorso i ragazzi di terza media hanno incontrato, nell'aula magna della scuola media “Gesmundo” di Terlizzi, gli artefici (tutti pugliesi) di una delle più interessanti iniziative cinematografiche degli ultimi mesi: il film “La Torma”, molto apprezzato anche a livello nazionale, realizzata con grande professionalità e capacità tecnica, interamente con mezzi quasi amatoriali . L'iniziativa si inquadra nell'ambito dei percorsi formativi volti alla crescita culturale e all'orientamento professionale degli studenti di scuola media promossi dalla scuola “Gesmundo” e dalla redazione del giornale scolastico “Protagonisti del nostro tempo”. Nel film: un gruppo di ragazzi pugliesi dei nostri giorni (la 'Torma', appunto), senza una precisa occupazione e privi di forti motivazioni ideali, intraprende quasi per caso, guidato dal più 'imbranato' della comitiva, con una passione per l'esoterismo, un itinerario storico-archeologico e spirituale alla ricerca del segreto custodito dai mitici Cavalieri Templari, quello del luogo in cui si troverebbe il fulcro delle energie della Madre Terra, e che, secondo loro è proprio la nostra Puglia, una volta crocevia della sapienza d'Oriente e d'Occidente ed ora terra senza sogni. Il viaggio li porta da Ruvo a Corato, Terlizzi, Trani e Andria, con centro nel magico Castel del Monte, attraverso antiche vestigia ora in rovina per l'incuria e la negligenza dei nostri tempi, precipitati nell'ignoranza delle origini, alla scoperta di misteri iniziatici, di riti e formule ancestrali, ma anche alla verifica quotidiana delle ragioni della propria vita e dei propri sogni. Il percorso dei protagonisti del film è stato seguito con estrema attenzione dai giovani spettatori, a testimonianza della forte immediata identificazione non solo nei luoghi, ma anche negli atteggiamenti e nei modi di sentire così ben resi dal cast. Molte le domande (ingenue, curiose, acute, sempre rivelatrici) fatte al termine della proiezione al regista e ideatore, Michele Pinto, allo sceneggiatore e attore, Raffaele Tedeschi e al giovanissimo Pasquale Anselmi, del gruppo MEYEM,autori della colonna sonora, i quali sono riusciti a comunicare ai ragazzi una grande ed importante lezione di vita: il perseguimento degli ideali e dei sogni che animano la nostra vita non è quasi mai un obiettivo impossibile; conseguirli però richiede estremo impegno e grande dedizione, non esente da sacrifici personali, ma perderli o abbandonarli senza lottare per essi rende sicuramente più oscuro il nostro cammino. Un laboratorio di drammatizzazione per conoscere la nostra terra. Pina Andriani
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet