Recupero Password
Giulio Calvani (PD): Grande soddisfazione per l'elezione di Leo Amato nel Consiglio di Amministrazione della Multiservizi. Continua il livore di Annalisa Altomare Il segretario del PD: Annalisa scelga serenamente cosa fare, se ricominciare a fornire il suo contributo positivo e propositivo per rispetto ai suoi elettori e a quelli del PD che la hanno eletta a sostegno del sindaco Paola Natalicchio e del progetto amministrativo che ella interpreta, oppure se ritiene con un gesto di chiarezza di intraprendere altre strade
14 marzo 2015

MOLFETTA - “Esprimo tutta la mia soddisfazione personale e quella del Partito Democratico per l'elezione, ieri, in Consiglio Comunale, dell'ing. Leo Amato nel CdA della Molfetta Multiservizi".

Con queste parole Giulio Calvani ha commentato l'esito della votazione, nella massima assise cittadina, sul nuovo componente nel Consiglio di Amministrazione della società partecipata dal Comune.

"Il voto di ieri ha chiuso una vicenda delicata e politicamente complessa, apertasi con le dimissioni del Presidente Piero de Nicolo dello scorso mese di dicembre. Ora la Multiservizi può tornare nel pieno delle sue funzioni e affrontare le importanti sfide strategiche che ha davanti. Sono sicuro che Leo Amato, professionista competente e tenace, saprà fornire, sotto questo profilo, un contributo molto significativo grazie alle sue indiscusse capacità. Sono particolarmente contento per questa nomina anche perché stiamo parlando di un professionista giovane (per quanto già affermato) che conferma la 'cifra' di questa esperienza politica e amministrativa e cioè quella di investire nel ricambio generazionale come fattore di innovazione per guardare con fiducia al futuro. Sotto questo profilo, a dimostrazione della ottima scelta fatta con l'individuazione dell'ing. Amato, sono giunti anche alcuni voti dai banchi della minoranza evidentemente da parte di consiglieri di opposizione che, nel segreto dell'urna e per stima personale verso il diretto interessato, hanno voluto aggiungersi a quelli della maggioranza, rendendo ancora più netta la sua elezione".

"Desidero ringraziare pubblicamente, oggi, tutti coloro che hanno fornito il loro prezioso contributo in tutti questi mesi per superare una fase di obiettiva criticità che si era aperta con le dimissioni dell'avv. De Nicolo. E voglio farlo partendo proprio da Piero per il senso di responsabilità che ha dimostrato in tutta questa vicenda pur vivendo un momento di profonda amarezza personale, e dal capogruppo Giulio Germinario che ha confermato le sue grandi doti politiche e umane, senza dimenticare l'assessore Tommaso Spadavecchia che ha messo al servizio del Partito la sua grande esperienza, passando per i consiglieri Saverio Patimo (che ha speso in questa vicenda tutta la sua autorevolezza), Roberto la Grasta e Raffaella Ciccolella.
Ovviamente il mio ringraziamento (oltre che alla maggioranza tutta che ha saputo aspettare e rispettare il momento di riflessione interno al nostro partito) si estende a tutto il gruppo consiliare del PD che ha affrontato questo passaggio con grande rigore e compostezza, al netto delle consuete e ormai non più tollerabili intemperanze verbali della consigliera Annalisa Altomare che per puro spirito di protagonismo ed evidentemente incapace di ritagliarsi quel ruolo politico di guida esperta di una compagine amministrativa alle prime armi che avrebbe potuto interpretare grazie ai suoi quasi quarant'anni di anzianità di servizio sulla scena politica locale (in barba a qualunque ipotesi di 'rottamazione'), si sta rinchiudendo in un approccio rancoroso e livoroso che non rende merito alle sue indiscutibili capacità e competenze, ma che anzi tradisce frustrazioni e insoddisfazioni di vario genere, rispetto alle quali ogni tentativo di ricomposizione è miseramente fallito e rispetto alle quali la politica può arrivare fino a un certo punto.

Fa specie rilevare come ogni suo intervento, da molti mesi a questa parte ormai, sia caratterizzato da un approccio ostruzionistico e finalizzato a contrapporsi sistematicamente all'amministrazione con argomentazioni che (pur a voler prescindere dal merito) forniscono spesso il miglior appiglio alle opposizioni. Si può andare avanti così? Non credo.

Per quel che ci riguarda, la maggioranza ha dimostrato anche ieri sera di essere politicamente coesa e numericamente autosufficiente per approvare provvedimenti importanti nell'interesse della città, anche senza il suo apporto in Aula. Pertanto scelga serenamente cosa fare, se ricominciare a fornire il suo contributo positivo e propositivo per rispetto ai suoi elettori e a quelli del PD che la hanno eletta a sostegno del sindaco Paola Natalicchio e del progetto amministrativo che ella interpreta, oppure se ritiene con un gesto di chiarezza di intraprendere altre strade.

Non si preoccupi per noi: ce ne faremo tutti, dolorosamente, una ragione".

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""




Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet