Recupero Password
Giovinazzo: con l'arrivo degli ipermercati il nostro commercio sta soff rendo i piccoli commercianti sono al collasso
15 gennaio 2011

Dopo Terlizzi, ci siamo spostati a Giovinazzo, per chiedere un po’ in giro cosa ne pensano di Molfetta, dei molfettesi e, perché no, della nostra cultura dei nostri giovani e del nostro commercio. Arriviamo a Giovinazzo e ci rechiamo subito nella grande piazza, centro della cittadina. Molte le famiglie, che di domenica pomeriggio aff ollano le panchine. Ci fermiamo e chiediamo al signor Vito cosa ne pensa di Molfetta, quali sono le cose che gli piacciono e in quali occasioni si reca nella nostra città. Vito è sicuro: il porto è molto bello e poi la festa patronale è stupenda. Lui si reca a Molfetta a comprare il pesce e qualche volta al mercato settimanale il giovedì mattina. Mentre parliamo con Vito, si avvicina il signor Paolo amico di Vito, cha a Molfetta ci ha pure lavorato, ci spiega lui stesso. “Ho lavorato per un periodo all’azienda che si occupa della nettezza urbana. Molfetta mi piace molto, soprattutto il centro storico e le processioni della settimana santa”. Salutiamo Paolo e ci rechiamo verso il palazzo del municipio dove incrociamo un signore distinto, è a lui che chiediamo di darci un suo personale parere su Molfetta. Il signor Sandro può solo parlarci della Molfetta di vent’anni fa, lui si è allontanato da Giovinazzo ed è tornato a viverci da poco. Ma ci racconta che “da ragazzo era istintivo andare verso Molfetta, perché era un paese più grande, per cui c’era modo di poter trascorrere meglio le ore in libertà”. Lasciamo il signor Sandro e incontriamo il signor Domenico, lui, commerciante in pensione da pochissimi anni, seduto su una panchina in piazza, ci racconta dal suo punto di vista la “disfatta” dei piccoli commercianti giovinazzesi dopo l’apertura delle grandi catene di ipermercati nella nostra città. “A livello commerciale stiamo soff rendo da quando hanno aperto a Molfetta questi centri commerciali. Quel che hanno fatto non è una cosa giusta. Hanno dato lavoro a 300-400 ragazzi, magari anche sotto pagati e con contratti part-time, e così stanno distruggendo i piccoli commercianti”. E’ duro il signor Domenico, e non risparmia neppure il nostro sindaco Antonio Azzollini. “Azzollini ha riscosso parecchi voti da Giovinazzo per la sua candidatura al Senato, ma non ha ringraziato la cittadinanza nemmeno con una piantina – tuona il signor Domenico – invece a Molfetta i contributi provenienti dallo Stato abbondano. Vorrei che si ricandidasse alle prossime elezioni, solo per vedere quanti voti prenderà dai giovinazzesi”. Salutiamo Domenico, e mentre decidiamo di tornare a casa, fermiamo il signor Filippo. Lui invece è contentissimo dell’apertura degli ipermercati nella nostra città, infatti dopo l’apertura dei grandi centri, ha iniziato a frequentare di più Molfetta. Lui però precisa che la città non la visita da anni, ma giura: in media ogni due week-end io passo o al parco divertimenti vicino l’Outlet, oppure all’altro centro commerciale nei pressi del parco. Insomma, si va a Molfetta, ma non in città bensì nei centri commerciali. Unica nota stonata, ci confessa Filippo è la congestione del traffi co presso la zona industriale, quello è un tassello da risolvere al più presto. Lasciamo Giovinazzo, non ancora soddisfatti. Anche qui Molfetta è famosa per le grandi catene commerciali insediatesi negli ultimi anni. Nessun accenno alle nostre bellezze naturali, il Pulo in primis e ai nostri artisti di fama mondiale. Unica nota positiva l’apprezzamento della nostra settimana santa, della festa patronale dedicata a Maria SS. dei Martiri e un accenno al nostro centro storico, non ancora valorizzato come dovrebbe, caratteristico e unico nella sua conformazione con le strade che si diramano dalla via principale a spina di pesce.

Autore: Giovanni Angione
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet