Recupero Password
Giovinazzo, comincia la nuova rassegna di teatro "Senza Sipario"
24 giugno 2010

GIOVINAZZO - Prende il via il prossimo sabato 26 giugno la rassegna di teatro “Senza Sipario”, a cura del Gruppo Teatro Moduloesse, grazie al sostegno dell'Amministrazione Comunale di Giovinazzo. 
Quattro gli spettacoli in cartellone preparati dalla storica compagnia teatrale e che saranno offerti agli ospiti della Vedetta fino al 25 luglio, in terrazza, con la linea d’orizzonte tracciata dal mare a far da sfondo. Il primo appuntamento è con una commedia brillante di K. Waterhouse e W. Hall, interpretata da Fabiana Aniello, Lino Dagostino, Mariangela Di Capua e Franco Martini, direttore e fondatore del Gruppo teatrale.
“Chi è”, questo il titolo della commedia, è stata scritta e rappresentata nel 1973 a Londra, e fu replicata centinaia di volte in mezza Europa.
E’ una rivisitazione, ironica e cinica, del “vaudeville”(il teatro leggero borghese tra ‘800 e ‘900), che qui ritorna ridotto ai suoi elementi essenziali, primo fra tutti il meccanismo dell’equivoco e il tema dell’adulterio, complice il solito albergo del libero scambio, destinato a diventare una trappola micidiale per gli amanti da weekend.
In un’atmosfera ovattata e un po’ surreale, si scontrano due “filosofie” dell’adulterio, una basata sulla più serafica Verità, l’altra sulla più sfacciata Menzogna: due facce della stessa medaglia.  
Inizio previsto per le ore 21.00.  

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet