Recupero Password
Giovani democratici: nella Puglia che vince, Molfetta rischia il degrado
30 luglio 2009

MOLFETTA -“L'Italia che vince - Speciale Puglia”. E' questo il titolo dell'inserto pubblicato nell'ultimo numero del settimanale “Panorama” che promuove a pieni voti la nostra Regione e le politiche della Giunta Vendola. Il dossier fotografa una regione virtuosa, impegnata in un processo di sviluppo delle risorse per il benessere della comunità senza eguali in Italia. Nell'anno 2009 la Regione può dirsi all'avanguardia nei campi dello sviluppo economico, delle politiche giovanili, ambientali, della salute, della formazione e del lavoro. Lo crescita della nostra Regione sopra la media, è dovuta politiche economiche e di sviluppo sempre attente ed innovative; i numeri parlano chiaro: il rapporto Svimez 2008 segna una crescita vicina al 2%, ben al di sopra la media nazionale, e a velocità maggiore rispetto a regioni come Lombardia e Veneto. La Puglia, in pratica, è la locomotiva del Mezzogiorno e cresce ai livelli del nord del Paese. Inoltre la nostra regione, recita sempre l'editoriale, è leader in Italia per la produzione di energia da fonti rinnovabili, anzi la Puglia detiene il primato italiano per la produzione di energia solare ed eolica. Il turismo rappresenta uno dei settori fondamentali, tanto che segna un +8% di crescita; un successo non casuale, ma dovuto al fatto che dal 2005 (anno di insediamento Giunta Vendola) sono stati decuplicati gli investimenti in cultura, capovolgendo le tendenze di lungo periodo che vedevano la Puglia nell'ultimo posto per il finanziamento culturale. Ancora, l'articolo esamina le misure adottate in favore dei giovani; ormai sinonimo di politiche giovanili è Bollenti Spiriti; il programma, realizzato dall'assessorato alla Trasparenza guidato da Guglielmo Minervini, che con oltre 100 milioni di Euro, rappresenta il più importante intervento mai realizzato da una regione italiana per le giovani generazioni. La Puglia è la prima regione ad aver approvato una legge in Italia contro il lavoro nero (28/2006), una legge tanto valida da essere insignita dall'European Championship Regional Awards, ovvero l'Oscar europeo delle Leggi. Insomma, un chiara promozione della nostra Regione e delle politiche del presidente Vendola, su cui neanche il direttore di Panorama, Maurizio Belpietro, fedele sostenitore del premier, ha potuto tacere. E allora noi giovani democratici, ci chiediamo se gli amici del PDL anche stavolta troveranno da ribattere a tali risultati. Sarebbe opportuno che la maggioranza inizi a spiegare le ragioni dei lori insuccessi per inutili ricorsi al TAR; di una amministrazione che negli ultimi tempi è incapace di far rispettare le regole a certi poteri forti presenti in città, con problemi di sicurezza mai raggiunti in precedenza; i consiglieri di maggioranza, o meglio gli yes men, spieghino ai cittadini perché lunedì scorso hanno impedito il regolare svolgimento del Consiglio Comunale (non è la prima volta), mentre venerdì (seconda convocazione), dopo fugaci responsi ad interpellanze che attendevano da mesi, hanno chiesto la sospensione quando si doveva discutere dei misteriosi ritardi dei lavori del porto. Hanno risposto che mancava l'attore principale, il sindaco (quindi tutti gli altri assessori del ramo non conoscono le vicende), impegnato in irrinunciabili riunioni romane, ma che, misteriosamente, nella stessa serata, assisteva allo spettacolo teatrale di Giancarlo Giannini all'anfiteatro di Ponente; per cui Molfetta e i molfettesi valgono meno di una commedia. La maggioranza ha avuto anche il coraggio di ribadire che l'opposizione avrebbe dovuto consultarli prima di chiedere la convocazione d'urgenza del consiglio, facoltà non prevista dal Regolamento del Consiglio. Con questo andazzo si vuole svuotare di ogni funzione la massima assise cittadina, con l'intento di amministrare in solitudine e senza controllo. Siamo in piena emergenza democratica, per questo noi Giovani Democratici invitiamo la cittadinanza a prendere parte, dopo la pausa estiva, al Consiglio Comunale, per constatare la situazione con i propri occhi; con l'auspicio che non venga convocato il giorno del concerto di Antonello Venditti, altrimenti assisteremo ad un altro dibattito tra muti, con l'assessore più anziano che gioca a fare il sindaco.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet