Recupero Password
Fiera delle Autoproduzioni: "La Primavera dei braccianti" contro ogni forma di sfruttamento del lavoro agricolo
27 ottobre 2011

MOLFETTA - La produzione agricola sostiene al maggioranza della popolazione mondiale.
Eppure non si direbbe. Solo nel nostro paese, come cita un comunicato, negli ultimi dieci anni il 36% delle aziende agricole ha chiuso e molte campagne si sono spopolate. Nel frattempo la proprietà si concentra nelle mani di pochi a beneficio dei grandi gruppi dell'industria agroalimentare, della Grande Distribuzione organizzata e, a volte, della criminalità.
Il prezzo della produzione diminuisce e quello al consumo invece aumenta, molto spesso a scapito della qualità e in seguito allo sfruttamento di centinaia di braccianti immigrati che spesso vivono sulla loro pelle la negazione dei diritti umani dopo quella dei diritti del lavoro.
Non abbiamo braccia per l'agricoltura e continuiamo a importare dall'estero cibo dalla dubbia origine. E mentre ne sprechiamo il 45%, un miliardo di persone muore di fame. C'è qualcosa che non va nell'attuale sistema economico. Non si può negare l'evidenza di questa verità. E' necessario oggi più che mai scuotere le coscienze e affermare e dimostrare che un'altra economia è possibile, che si può ridurre lo spreco, che è possibile avere una nuova economia basata su una nuova classe contadina, il cui lavoro però deve essere pagato al giusto prezzo a beneficio della qualità e della giustizia sociale che non può essere un miraggio.
Programma della fiera:
- per tutta la giornata dalle ore 10 : crowdfunding per la produzione del documentario “Io e la mia sedia” diretto da Angelo Amoroso d'Aragona, produzione Teca del Mediterraneo e More Production (<http://www.eppela.com/ita/projects/46/io-e-la-mia-sedia-con-enzo-del-re> http://www.eppela.com/ita/projects/46/io-e-la-mia-sedia-con-enzo-del-re)
- dalle ore 11:00 laboratorio di detersivi con DADA e VERONICA, animazione
per bambini;
- ore 14:00 pranzo sociale, incontro con il G.A.S. "Nestor Machno"
- ore 17:00 proiezione " <http://vimeo.com/21170195> uno Stato di Cose" Gruppo Farfa di Domenico de Ceglia Gruppo FARFA Cinema Sociale Pugliese, in collaborazione con  <http://re.ci.di.vi/> RE.CI.DI.VI. musiche di Federico
Ancona; a seguire incontro pubblico con l'intervento di Gianluca Nigro - <http://www.finisterraeonlus.it/> Finis Terrae Puglia, Movimento Terre (Puglia e Basilicata), Domenico de Ceglia, Giordano Bruno Balsamo; proiezione del documentario " <http://www.recinti.org/> Recinti" di Andrea Gadaleta Caldarola con Giordano Bruno e musiche di Federico Ancona
- ore 20:00 cena sociale
- ore 20:30 live acustico con B.U.M. BARI UPBEAT MOVEMENT
Come raggiungerci:
In macchina
In autostrada: Prendere l'uscita Molfetta e proseguire per Bari sulla SS
16bis. Proseguire fino all'uscita 'Cola Olidda' e proseguire per Giovinazzo.
Al primo semaforo girare a sinistra e seguire fino nei pressi del cimitero.
Svoltando a destra e proseguendo per 20 metri, si è giunti al convento dei
Frati Cappuccini di Giovinazzo. All'interno di tale struttura è sita la Casa
per Ferie Fra' Camillo Campanella.
 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet