Recupero Password
Fashion District navetta outlet o navetta-out?
15 ottobre 2007

Tenetevi saldi!, slogan del Fashion District, più che annunciare l'inizio delle svendite, può essere considerato un vero e proprio monito per un diverso scopo, in questo caso un “tenetevi saldi alla navetta”! Ossia una sorta di meno elegante, ma altrettanto efficace, “attaccatevi al tram”! Quindici, che ha già trattato l'argomento, denunciando ritardi, disfunzioni, problemi del servizio spola, che mette in comunicazione il centro con il Molfetta Outlet, decide di ritornare sulla questione. Sembrano esserci nuovi sviluppi, tanto paradossali, purtroppo, da risultare quasi esilaranti. La situazione, che ormai pareva essersi arenata nell'inefficienza, sembrava stesse imboccando la giusta strada da quando la vecchia navetta era stata sostituita con una di più grandi dimensioni e di maggiore capienza. Scelta intelligente questa, poiché consentiva a tutti gli utenti, via via sempre più numerosi, di usufruire comodamente del servizio. Ma, come detto, così sembrava; infatti, esattamente una settimana dopo è ricomparso il vecchio furgoncino bianco e colorato. Risulta ora evidente che ci sono delle contraddizioni, incongruenze nel servizio e se queste parole possono sembrare forti ed eccessive è innegabile che c'è qualcosa che non va. A conferma di ciò, vi descriviamo la scena “tipo” che si ripete settimana dopo settimana e che abbiamo verificato personalmente. Più o meno ogni domenica, alle diciotto, e con mezz'ora di anticipo, iniziano ad arrivare in stazione, fermata capolinea, tutti coloro i quali desiderano prendere la navetta. E' facile pensare a una moltitudine di gente radunata alle 18:30 orario di partenza. Quando poi compare il furgoncino, inizia la corsa “forsennata” a suon di spintoni per riuscire ad accaparrarsi i pochi posti disponibili (circa dieci). Ma “giudice” di chi può e chi non può sembra essere solo l'autista, il quale non si sa in base a quali criteri, dovrebbe scegliere chi far salire e chi no, quasi come Caronte, traghettatore d'anime, “loro accennando, tutti li raccoglie; batte col remo chiunque s'adagia”. I più discriminati sono i ragazzi che, quando cercano di far valere le proprie ragioni, si vedono additare dal conducente un cartello recentemente affisso all'interno della navetta, sul quale, paradosso dei paradossi, si può leggere che possono usufruire del servizio solo le persone adulte e viene specificato: “non i ragazzi”. Quindici ha cercato di capire il perché di questa discriminazione, ma con scarso risultato. Infatti quando abbiamo provato ad avere maggiori delucidazioni chiedendo informazioni all'autista, questo si è voltato e se ne è andato infastidito dalla confusione che attorniava il pullmino, lasciando cadere nel silenzio le proteste corali e le nostre domande. Tutto ciò è un nonsenso: i ragazzi, che non dispongono di mezzi privati e non possono accedere al servizio, si trovano nell' impossibilità di arrivare in completa autonomia al Fashion District Molfetta Outlet. Sono loro i più penalizzati. Tuttavia ciò non deve far pensare che gli adulti non debbano prendere la navetta; non è certo questa la soluzione, anzi una così grande domanda di servizio di trasporto collettivo dovrebbe essere un dato incoraggiante, visti i problemi di traffico e di congestione della viabilità comuni a tutte le città. Abbiamo cercato di capire di chi fosse la responsabilità dei disguidi, ma nessuno ci ha saputo dare delucidazioni. Per ora di certo sappiamo solo che il servizio di trasporto è attivo solo nei giorni festivi ed è affidato all'agenzia Grieco di Molfetta, che probabilmente non ha responsabilità per queste disfunzioni dovute, forse, allo scarso interesse dei responsabili dell'outlet, che puntano più sui visitatori con auto privata, considerando il servizio pullman come un “contentino” concesso al Comune di Molfetta. Da tutto ciò, non sembra che il Fashion District tragga qualche vantaggio e ci chiediamo se i responsabili dell'Outlet Molfetta siano a conoscenza di tutte queste disfunzioni oppure se le tollerino, avendo poco interesse a questo servizio. Allo stato attuale, comunque, sembra che il termine gratuito, perché così è indicato il servizio di navetta outlet, potrebbe essere valutato come scadente. L'augurio e la speranza è che al più presto la situazione volga al meglio, soprattutto nell'interesse dei cittadini che vogliono raggiungere l'outlet della zona industriale utilizzando il mezzo pubblico. E poi si predica sulla necessità di ridurre il traffico privato!
Autore: Serena Minervini
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet