Recupero Password
Due nuovi ricorsi contro il bando per il porto Anche la “Intercantieri Vittadello” e la “Salvatore Matarrese Spa” lamentano irregolarità. Intanto questa mattina si discutono al Tar i primi due ricorsi
06 dicembre 2006

MOLFETTA - Si svolgerà questa mattina, dinnanzi alla Prima Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale di Bari presieduta dal dott. Gennaro Ferrari, l'udienza in camera di consiglio per discutere i ricorsi presentati da due aziende, la Tecnis di Catania e la Società italiana per le condotte d'acqua di Roma, che si sono rivolti al giudice amministrativo per chiedere l'annullamento del bando di gara per l'affidamento dei lavori di realizzazione del nuovo porto commerciale della città. Come da noi anticipato, infatti, le due imprese ricorrenti lamentano il fatto che il bando presenti delle condizioni eccessivamente restrittive che andrebbero a violare la par condicio tra i concorrenti, specie nella parte in cui richiede la disponibilità di una draga di particolare potenza (che sarebbe posseduta solo da un paio di aziende in tutto il mondo) e di una cava di notevolissime dimensioni per smaltire i rifiuti inerti che saranno prodotti nel corso dei lavori. Il Comune di Molfetta si è costituito dinnanzi al Tar per respingere le tesi dei ricorrenti e per ribadire la regolarità della procedura di appalto avviata. Ora la parola spetta ai giudici che, con ogni probabilità, renderanno nota la loro decisione non più tardi di domani o, al massimo, entro venerdì. Giusto in tempo per l'apertura delle buste contenenti le offerte che dovrebbe avvenire il prossimo 11 dicembre. Il condizionale, però, è d'obbligo per due ragioni: da un lato perché i giudici potrebbero anche accogliere le doglianze dei ricorrenti e concedere una misura cautelare che sospenda la procedura di appalto, dall'altro perché pare che sino a ieri sera non fosse giunta, in Comune, nessuna offerta per aggiudicarsi i lavori dell'importo complessivo di oltre 60 milioni di euro. Nulla di preoccupante, sia chiaro, i termini scadono il 7 dicembre ed in questi casi i plichi contenenti le offerte arrivano sempre all'ultimo momento utile, ma di certo è strano che una gara così allettante non veda ancora ditte interessate. Eppure non si direbbe dal momento che, oltre alle già citate due imprese, anche altre due importanti aziende hanno presentato ricorso per bloccare la gara di appalto. E' infatti notizia di ieri che la Intercantieri Vittadello di Pordenone e la Salvatore Matarrese Spa di Bari hanno impugnato il bando del Comune di Molfetta, chiedendone l'annullamento, sostanzialmente per le stesse motivazioni sollevate dalla Tecnis e dalla Condotte d'acqua. Questi ricorsi saranno discussi all'udienza del 20 dicembre prossimo. Un altro ostacolo sulla strada della realizzazione della più discussa opera pubblica per la nostra città.
Autore: Giu. Cal.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet