Recupero Password
Due morti e un ferito nello scontro fra la moto e l'autovettura sulla Molfetta-Terlizzi
27 luglio 2008

MOLFETTA - Due morti e un ferito: si è fatto drammatico il bilancio dell'incidente stradale avvenuto poco dopo le 20 sulla provinciale Molfetta-Terlizzi all'altezza dell'Hotel Garden, di cui abbiamo dato notizia. Una moto con a bordo due persone, sembra nell'effettuare un sorpasso a velocità sostenuta, ha colpito in pieno una Fiat Punto ferma in attesa di svoltare a sinistra. Dopo il primo impatto la moto, una Honda Hornet, ha continuato la sua corsa colpendo anche un'altra vettura, una Ford Mondeo, per finire la sua corsa contro un muretto. Il conducente della moto, Domenico Gentili di 22 anni di Trani, è morto poco dopo il ricovero in ospedale, mentre un ragazzo ventenne, Michele Tridente, che era con lui, ha combattuto contro la morte per alcune ore, nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Molfetta, ma non ce l'ha fatta ed è morto poco dopo mezzanotte. Secondo una prima ricostruzione il conducente non aveva il casco, mentre il passeggero sì. Non destano preoccupazioni, invece, le condizioni della donna che era a bordo della Fiat Punto e che è rimasta ferita nell'incidente ed è stata ricoverata all'Ospedale di Terlizzi. A causa dell'incidente il traffico è stato interrotto per molto tempo.
Autore: Vincenzo Azzollini
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Tutta la mia solidarietà per lo strazio delle due famiglie stravolte da questa tragedia che, purtroppo, è annunciata! I giovani: sembra che non pensino che anch'essi sono fatti di ossa, carne e materaia cerebrale. Non impareranno mai che sono vulnerabili tanto quanto lo è qualcuno che invece pensa a queste "bazzecole" (ancora ieri sera sulla S.S.16 in direzione Giovinazzo, un altro aspirante centauro (cadavere?), col casco appoggiato SULLA testa, guidava la sua moto a velocità pazzesca, su una sola ruota - esempio di stupida pazzia. Detto questo, vorrei commentare l'opinione della sig.ra Annese che assegna colpe ai Progettisti: gentile signora, il Progettista, progettando, presume che l'Utente sia una persona in possesso delle sue facoltà fisiche e mentali, non che se le sia "fumate" con alcool, droga, o mania di grandezza e di indistruttibiltà (situazione molto diffusa nei giovani e, perchè no, anche in alcuni meno giovani). Sono perfettamente daccordo con il sig. Azzollini sulla necessità che questi eventi diventino, nella loro truce realtà, anche dei moniti, che evidentemente non vengono recepiti. sig. DANI84: io non so se anche tu sei uno di quei giovani che si sentono indistruttibili o superiori agli altri, solo perchè hanno un mostriciattolo a due ruote che permette loro di sgommare e accelerare a "tutta birra" (con il prezzo dei carburanti attuale), per un esibizionismo assolutamente inutile, ancorché dannoso per sè e per gli altri. Le persone meno giovani che guidano come "portatori di handycap": mi dici dove hai trovato scritto che, in particolare nelle nostre Città, si debba correre infischiandosene delle più elementari norme di sicurezza e/o di rispetto verso gli altri? Il mio modesto e garbato appunto, proviene da una persona molto al di sopra dei sessanta, che in condizioni particolari, guida la vettura a velocità sostenuta, in condizioni che reputa di sicurezza, e qualche volta è anche contrariata da chi, in città, giovane o meno, guida a 12 km/h, con famiglia al seguito, finestrino aperto, braccio fuori e musica a tutto volume!. Un appello a tutti (senza voler essere presuntuoso): cerchiamo di trarre esperienza da queste immani, inutili, evitabilissime tragedie!


Uh...so che mi stai guardando...come io guardo te uomo...qua nessuno si è dimenticato niente, ti pensiamo ogni giorno, preghiamo per te ogni giorno uomo... vedi, uh, è buffo perchè io e te di fatto non abbiamo mai...avuto la possibilità di conoscerci...quindi voglio usare il mio disco per questo, ok? occhi orientali, un marcio di quelli speciali il futuro in testa e sulla schiena un nuovo paio di ali ma era presto per volare, ci penso adesso e ancora non riesco a perdonare, tu eri qua per trovare il tuo destino, già tutto solo e solo un ragazzino ma pronto a andare allo scontro col primo che ti prendesse in giro e il primo tiro è stato facile e così il secondo quindici anni e avevi le chiavi del mondo in mano, perso, ma ancora sano e crescevi dando il terzo dito a chi ti diceva di andarci piano, i tuoi marci ti chiamano via da scuola e lavoro ma i marci non ti amano e tu ancora giri con loro uomo scappa, corri via e non ti voltare, finchè una notte sei davvero uscito per non tornare forse era il tuo cuore o forse era il vento ma quando ha premuto il grilletto lo sapevi - ormai non c'è più tempo!!- hanno trovato il tuo corpo dopo tre giorni in un fosso dormivi tra le foglie col tuo golfino rosso l'ultimo treno dopo il fischio partivi con due anni e un paio di vizi in più di Cristo, tu il giorno del funerale non mi hai visto, ma io si piccolo e senza ancora tutti i denti ero lì tra amici e parenti, con mia madre a darmi calore e piangevo perchè sapevo che io e te abbiamo lo stesso cuore e ora che anche le foto perdono colore ricordo cosa mi ha detto mia mà, mi ha detto "Per ogni marcio che arriva ce n'è un altro che va ma Dio solo sa il male che fa" già, per ogni marcio che arriva ce n'è un altro che va ma Dio solo sa il male che fa, mi ha detto per ogni marcio che arriva ce n'è un altro che va ma Dio solo sa il male che fa, lei mi detto per ogni marcio che arriva ce n'è un altro che va ma Dio solo sa il male che fa, yo mà per ogni marcio che arriva ce n'è un altro che va ma Dio solo sa il male che fa Mà - Ci manchi Mimmo Ah, si uomo...proprio così bello ho fatto quello che dovevo fare...uh..adesso riposa in pace uomo questa è per te uomo...riposa in pace uomo...si bello perchè alla fine non ci sarà più mondo marcio, guerre o stronzate, niente bello, alla fine ci sarà soltanto musica...e la migliore bello...lasciami un posto..PACE!!





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet