Recupero Password
Due interviste in esclusiva: vi presentiamo in anteprima il nuovo vescovo mons. Cornacchia, Chiara Muti parla dei suoi ricordi a Molfetta sul numero della rivista “Quindici” in edicola. Raccolta rifiuti porta a porta e nuovo porto, gli altri argomenti
16 febbraio 2016

MOLFETTA – Tutto sul nuovo vescovo della Diocesi di Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi e Ruvo, mons. Domenico Cornacchia, che si insedierà nella Cattedrale sabato 20 febbraio (pubblichiamo il programma della cerimonia): la sua storia, il significato del suo stemma, il suo percorso episcopale, i ricordi di quelli che lo hanno conosciuto, anche quando ha insegnato al Liceo Scientifico. Per parlarvi del nuovo pastore, per farvelo conoscere siamo andati ad Altamura suo paese natale, dove ha fatto il parroco e a Lucera, dove è stato vescovo per 8 anni. Abbiamo intervistato le persone che gli sono state vicine e hanno lavorato con lui. E il nostro direttore, Felice de Sanctis, lo ha intervistato in esclusiva e in anteprima nella sede episcopale di Lucera. Insomma, don Mimmo visto da vicino. “Costruire insieme la casa comune” è il suo messaggio attraverso “Quindici”.

Trovate tutto questo sul numero di febbraio della rivista “Quindici”, in edicola in anticipo già da sabato 13 febbraio.
Altra intervista in esclusiva, è quella realizzata al Petruzzelli di Bari con Chiara Muti, figlia del grande Maestro Riccardo, che ha curato la regia delle “Nozze di Figaro” di Mozart. Nella rivista trovate anche la recensione dello spettacolo. Chiara Muti: il teatro, la mia vita; Molfetta, i miei ricordi più belli.

Insomma due “chicche” da non perdere, che trovate soltanto sulla rivista “Quindici”, leader del territorio.

Accanto a questi argomenti non manca la politica, soprattutto con il duro editoriale del direttore Felice de Sanctis, atteso come sempre, per la sua analisi della situazione: “Il ritorno dei miserabili”, sulla situazione che va degenerando per la caccia alle poltrone di personaggi politici mediocri e per il tentativo di vecchi dinosauri di tornare al potere, a danno della città, provocando una crisi dagli sbocchi imprevedibili e, comunque, che punta a tornare indietro e a bloccare il cambiamento in atto.

La raccolta rifiuti porta a porta sta creando pareri contrastanti in città, alcuni continuano a non rassegnarsi ad una novità che frenerà l’aumento delle tasse, ma tanti non hanno ancora capito come funziona. Ce lo spiega l’assessore all’ambiente Rosalba Gadaleta in un’intervista, nella quale fa il punto della situazione e regista risultati positivi del nuovo sistema che, dopo il rodaggio, inziale, comincia a funzionare.

In primo piano anche la vicenda del centro anziani dopo la revoca dell’incarico alla cooperativa Gea, per la cattiva gestione di questi anni e l’avvio di nuovo regole e trasparenza a beneficio dei cittadini, con un articolo di Onofrio Bellifemine.

Il porto è sempre fonte di polemiche, anche per le bugie che il centrodestra e in particolare il sen. Antonio Azzollini continua a raccontare in giro, da bravo pifferaio, pronto a portarsi tutti i topi che lo seguono, ad annegare nelle acque del porto. Ne parla Onofrio Bellifemine che si sofferma sulla nuovo legge sulle autorità portuali, che in Puglia saranno solo due: Taranto e Bari. Addio sogni di gloria dell’ex sindaco che voleva un’autorità portuale solo per Molfetta, in una sorta di autarchia antistorica e antieconomica. Che fine farà il porto di Molfetta con la riduzione solo a due autorità portuali?

La copertina di questo mese del nostro bravo Alberto Ficele è dedicata al sindaco Paola Natalicchio immaginata nell’aula del consiglio comunale con una maschera paracolpi da rugby per schivare e resistere a tutti i colpi bassi che vengono anche dal Pd e dalla sua maggioranza.
Nella vignetta di Michelangelo Manente, invece, vediamo Paola Natalicchio che con un calcio butta fuori dal consiglio Asi, che non voleva lasciare, il sen. Azzollini, costringendolo alle dimissioni, grazie ad un’azione legale, che avrebbe sancito l’illegalità dell’incarico tenuto ancora negli ultimi tre anni, senza averne titolo (che si fa per una poltrona!).

Vi mostriamo in anteprima come sarà Piazza Principe di Napoli, dopo la riqualificazione, con un articolo di Daniela Bufo e il rendering del progetto.

Tra gli altri argomenti: il ricordo della scrittrice Gianna Sallustio, apprezzata collaboratrice di “Quindici”; le manifestazioni del carnevale molfettese; i campi di internamento degli ebrei in Puglia di Beatrice Trogu; nelle pagine economiche: il trust per tutelare il patrimonio nel passaggio generazionale di Giovanni Angione; per la cultura: Il molo di Molfetta a metà del ‘400 di Ignazio Pansini; la mostra “Dieci” di Francesco Mezzina e Domi Bufi racconti di luce e inchiostro di Gianni Antonio Palumbo; il restauro, ad opera del Rotary, della statua di S. Luigi Gonzaga della Chiesa di San Gennaro di Angelica Vecchio; la catena dei condannati: come venivano trasferiti i detenuti nel 1600 di Corrado Pappagallo; la presentazione del libro di poesie “Destinazioni avverse” di Domenico Sarrocco, già redattore di “Quindici”, volume con la prefazione di Felice de Sanctis; il racconto di Marisa Carabellese “Videosorveglianza remota”; Mammografia all’ospedale di Molfetta: centro di eccellenza, ma quanti problemi di Beatrice Trogu; una lezione di storia su come i piemontesi soppressero il Regno delle Due Sicilie, eccellenza in Europa di Angelica Vecchio.
Lo sport e le consuete rubriche Pet News di Marco Catellani dedicata ai cani e la ricetta del mese di Nicola Modugno del ristorante Bistrot, completano la rivista.

Quindici, l’unica rivista che offre un prodotto completamente diverso dal giornale on line, perché, punta ad offrire un’informazione di verità con una qualità e professionalità che non è possibile leggere altrove, completando e integrando così il panorama informativo offerto ogni giorno con i suoi contenuti esclusivi e interessanti che non trovate su altri media e nemmeno su "Quindici on line", il primo e più diffuso quotidiano in internet. La rivista in edicola offre argomenti diversi e più approfonditi del giornale web, l'unico quotidiano locale al servizio dei lettori 365 giorni l'anno (festività comprese) con notizie in anteprima, articoli in esclusiva dei collaboratori e commenti liberi dei lettori.

Insomma il numero in edicola, come sempre, si presenta ricco di contenuti e temi interessanti con tanti nuovi argomenti che vi terranno compagnia per un mese di piacevole lettura, con approfondimenti che spaziano dalla cronaca alla politica, dall'economia all'attualità, dalla cultura allo sport.

Quindici giornalismo verità e qualità.

Affrettatevi ad acquistare la rivista “Quindici” in edicola, non vi deluderà come gli altri. Una rivista che vale molto di più di quello che costa.

Quindici: quello che gli altri non dicono, Quindici: la rivista che si sceglie in edicola.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet