Recupero Password
Due giovani chef diplomatisi a Molfetta si impongono agli Internazionali d'Italia Francesco Losapio e Giovanni Lorusso, trentotto anni in due, ricevono i complimenti della giuria
10 marzo 2009

MOLFETTA - Giovanni Lorusso e Francesco Losapio, entrambi classe 1989, diplomati presso l'IPSARR di Molfetta, hanno conquistato entrambi il podio aggiudicandosi, agli “Internazionali d'Italia”, rispettivamente la Medaglia di Argento ed una di Bronzo presentando due piatti della cucina Mediterranea. I due chef, entrambi di Bisceglie, hanno conquistato un posto di rilievo tra i migliori venti chef d'Italia. Giovanni, dipendente della “Masseria Protomastro” ha presentato una “Trilogia di fagottini farciti ai gamberetti e pomodorino fresco, sedano croccante in savaren di riso soffiato e cavolfiore, su insalatina tiepida di cannellini, lampascione all'agrodolce con crostone di Altamura, il tutto profumato al femminello del Gargano”. Francesco, dipendente de “La Lampara” ha presentato “Ravioli di pasta fresca di semola al cacao amaro ripieni al canestrato di Corato, con salsa ai Cardoncelli della Murgia e pomodorino ciliegino, con mandorle tostate e pesto di rucola”. Entrambi i ragazzi, appartenenti alla Federazione Italiana Cuochi, Associazione Cuochi Baresi, e membri del Quercus Team Culinary, hanno ricevuto anche una menzione speciale per la brochure di presentazione dei piatti nella quale erano indicati i valori nutrizionali, i costi di produzione, le zone di produzione di ogni singolo ingrediente. Molti i complimenti giunti dagli operatori del settore ristorazione presenti alla Fiera, sia per l'aspetto coreografico dei due piatti sia per le tecniche di realizzazione adottate per la Mise-en-place e la preparazione professionale. “Questo risultato – hanno detto - ci inorgoglisce parecchio, ma vogliamo restare con i piedi per terra perché è un piccolo passo lungo la via della carriera professionale. Il nostro grazie va a quanti credono in noi tra cui l'associazione e gli sponsor che ci hanno sostenuto Frantoio Galantino di Bisceglie, La fattoria della mandorla di Toritto e per gli abiti professionali Gianfranco di Toma di Trani. Il nostro impegno, per il prossimo anno, è quello di confermare e, perché no, migliorare la posizione raggiunta quest'anno”.
Autore:
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet