Recupero Password
Domani appuntamento in TV con i cloni baresi dei Pooh
24 febbraio 2006

BARI – 24.2.2006 Domani su Videoitalia (Canale SKY 712) e Domenica 26 su Radioitalia Tv (Digitale terrestre) appuntamento televisivo in differita della "Grande Festa", quella del gruppo più longevo e più amato d'Italia, i Pooh, quella di un'intera famiglia di fans, forse un pò troppo allargata ma sicuramente intimissima. Per la prima volta, proprio loro, i Pooh, sono seduti in platea. La scena spetta a tanti nuovi cloni, giovanissimi e meno giovani, musicisti ed attori, tutti sicuramente appassionatissimi, capaci di divertire ed emozionare. Come riconoscere quanto c'è di "Pooh" in ognuna delle band in gara !? C'è, forse, chi ha esagerato e chi, in tutta spontaneità, ha fatto centro davvero. Ma i mitici Roby, Dody, Red e Stefano sembra siano davvero divertiti, ascoltano con estremo stupore i suoni e le voci ma ammirano anche le movenze, gli abiti da scena... Tra le 10 Cover Band finaliste ci sono anche i 4 ragazzi baresi dei Poohlover: Gianni Mennuni, Riccardo Ottomano, Eugenio Perulli e Beppe Magrini. Qualcuno ricorderà le impressioni delle ultime uscite "live" e chissà: troveranno conferma in questo meraviglioso raduno!? C'è Roby Facchinetti che ne resta stupito già dall'ascolto del canto "a cappella" registrato nella videoclip di presentazione. Poi, eccoli in scena, ognuno al proprio posto, prontissimi a calarsi nel ruolo strumentale e vocale: Riccardo (alle tastiere, voce di Roby) ed Eugenio (alla batteria, voce di Stefano) sistemati sui palchetti ai lati, al centro Beppe (alla chitarra) e Gianni (al basso) che però si invertono nei ruoli vocali (Beppe canta Red e Gianni canta Dodi). Anche il palco è proprio quello dei Pooh, maestoso, pieno di luci ed effetti speciali. Si parte con l'esecuzione dei brani, Io e te per altri giorni e Pensiero, due classici della storia dei Pooh, sicuramente caratteristici proprio per l'aspetto corale. Impeccabili, davvero impeccabili, oltre al fatto di aver sicuramente coronato un sogno (non è storia di tutti i giorni avere la possibilità di cantare e suonare davanti ai propri idoli di sempre), i ragazzi hanno lasciato il segno. All'atto finale, il grande critico musicale Mario Luzzatto Fegiz, con estrema convinzione, motiva a gran voce la scelta dei Poohlover, un premio speciale che si commenta da solo e che lo stesso attribuisce, a nome di tutta la giuria (composta anche dai Pooh) "per la perfezione assoluta dell'impasto vocale". Sono loro i cloni vocali d'Italia, appartiene ai Poohlover il premio più ambito, quello più significativo per una rappresentazione in stile Pooh. E' l'orgoglio più grande per la terra di Bari che, da sempre, ha amato questa musica, questa storia, 40 anni bellissimi di amori e passioni. Michele Sarcinelli
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet