Recupero Password
Denunciato consigliere comunale dell'Italia dei Valori, ambientalista dell'Anpana
19 agosto 2005

MOLFETTA - 19.8.2005 Nuova tegola sul capo dell'amministrazione comunale di centrodestra. Dopo lo scandalo del consigliere comunale di Forza Italia coinvolto nel cosiddetto “sexygate” con denunce reciproche con la sua presunta amante (la nota storia di Mimì e Antonella) per molestie e per aver sottratto materiale da un ufficio comunale, ora è la volta di un altro esponente della maggioranza denunciato alla magistratura (la Procura di Trani ha aperto un fascicolo) dalla Polizia municipale. L'uomo è stato sorpreso in flagranza nei giorni scorsi mentre irrigava i campi con acque reflue in un terreno di sua proprietà in contrada “Navarrino”, al confine con il Comune di Terlizzi, prelevandole con una motopompa dall'emissario “Savanella” collegato al depuratore dei Comuni di Ruvo e Terlizzi. Ma il fatto più grave è rappresentato dal ruolo che l'agricoltore svolgeva: guardia ecozoofila dell'Anpana (Associazione nazionale protezione animali, natura, ambiente). Era stato lo stesso sindaco Tommaso Minervini a nominare l'agricoltore, il 25 febbraio scorso, guardia volontaria comunale. L'uomo è Giuseppe Balestra, 37 anni, (il padre, Corrado, è presidente del Comitato feste patronali), ambientalista dell'Anpana e consigliere comunale dell'Italia dei Valori, il partito di Di Pietro che per una scelta molto discutibile (forse anche all'insaputa dell'ex magistrato di “Mani Pulite”), ha aderito al centrodestra per iniziativa del suo rappresentante locale Francesco Nappi, nominato assessore comunale all'agricoltura. Da questa vicenda l'Anpana, un'associazione scelta dall'amministrazione comunale di centrodestra per la tutela dell'ambiente, non ne esce certo bene, tant'è che i suoi dirigenti hanno provveduto immediatamente ad espellere la guardia ecozoofila dall'associazione per prendere le distanze dal grave episodio che può mettere a rischio la salute pubblica. Il Balestra a questo punto dovrebbe sentire la responsabilità di dimettersi da consigliere comunale, responsabilità che non fu avvertita dall'altro suo collega di coalizione quando scoppiò lo scandalo del “sexygate”. In questi giorni a livello nazionale si dibatte molto sulla cosiddetta “questione morale”, crediamo che anche a Molfetta sia necessario aprire un capitolo su questo tema, soprattutto da parte dell'opposizione di centrosinistra, che già all'epoca dell'altra vicenda non fece mancare le sue critiche all'amministrazione comunale per la scelta di non far dimettere il consigliere di maggioranza, anzi di fare quadrato attorno a lui, anche per evitare che al suo posto potesse subentrare un consigliere scomodo, Giuseppe de Candia, non gradito ai maggiorenti del Polo, per aver rivisto le sue posizioni aderendo al centrosinistra. A pochi mesi dalle elezioni, sarebbe opportuno fare chiarezza, prima di presentarsi ai cittadini per chiedere nuovamente il consenso.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""








La ns. Associazione e le ns. guardie ecozoofile, operano nel territorio di Molfetta da circa due anni effettuando tramite i ns. operatori volontari una importante opera di prevenzione e repressione dei reati illeciti ambientali lavorando unitamente alle forze dell'ordine ed al comando vigili urbani. Purtroppo abbiamo appreso da un articolo di stampa, che il sig. Balestra Giuseppe, è stata colta in flagranza di reato mentre effettuava il prelievo di liquami al fine di irrorare i campi di proprietà familiare. E' stata sequestrata la motopompa e inviata una denuncia con notizia di reato alla Procura della Repubblica di Trani per i provvedimenti che il sig. Giudice vorrà effettuare. Il ns. sodalizio ha subito approfondito la questione accertandosi dagli organi inquirenti che si trattava del sig. Balestra Giuseppe i vertici dell'associazione hanno disposto la richiesta al Comando Nazionale delle Guardie per il Servizio di Polizia Ecozoofila • VISTO CHE IL SIG. BALESTRA GIUSEPPE – SOCIO DELL'ANPANA E GUARDIA ECOZOOFILA DEL COMUNE DI MOLFETTA - HA MESSO IN ATTO COMPORTAMENTI CONTRARI AI FINI ASSOCIATIVI E STATUTARI NONCHE' IN CONTRASTO AL REGOLAMENTO DEL CORPO NAZIONALE DELLE GUARDIE PER IL SERVIZIO DI POLIZIA ECOZOOFILA; • VISTO CHE GLI ORGANI COMPETENTI CONFERMANO PROVVEDIMENTI DI DENUNCIA A CARICO DEL SUDDETTO; • CONSIDERATO CHE IL SIG. BALESTRA GIUSEPPE NON HA MAI PARTECIPATO ALLE ATTIVITA' ASSOCIATIVE; • CONSIDERATO CHE NON HA MAI RICEVUTO DAGLI ORGANI ASSOCIATIVI LA TESSERA DI RICONOSCIMENTO DI GUARDIA DEL COMUNE DI MOLFETTA; • CONSIDERATO CHE L'ANPANA NON E' RESPONSABILE DI INIZIATIVE PERSONALI PRESE DAI SINGOLI OPERATORI AL DI FUORI DEL SERVIZIO DI ISTITUTO; • CONSIDERATO CHE IL SUDDETTO RIVESTE LA CARICA ISTITUZIONALE DI CONSIGLIERE COMUNALE DELLA CITTA' DI MOLFETTA E CHE TALE REFERENZA RENDEVA AVALLABILE L'ADESIONE AL NOSTRO SODALIZIO E CHE INOLTRE IL SUDDETTO RIVESTE RUOLI DIRETTIVI IN ENTI E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA DEL SETTORE AGRICOLO; SI RICHIEDE NEI CONFRONTI DEL SIG. BALESTRA GIUSEPPE PROVVEDIMENTO DISCIPLINARE DI ESPLULSIONE DALLA A.N.P.A.N.A. PER COMPORTAMENTI NON CONFORMI A FINI STATUTARI E ASSOCIATIVI E CONTRARI ALLE NORME PREVISTE DAL REGOLAMENTO NAZIONALE DELLE GUARDIE PER IL SERVIZIO DI POLIZIA ECOZOOFILA • SI RICHIEDE AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI MOLFETTA LA REVOCA DELLA NOMINA DI GUARDIA VOLONTARIA COMUNALE EFFETTUATA IN DATA 25 FEBBRAIO 2005. Bari, 14 agosto 2005 FIRMATO L'ISPETTORE REGIONALE IL COMANDANTE PROVINCIALE IL RAPPRESENTANTE COMUNALE PASQUALECAFARO UMBERTOBRESSANI MICHELE SCIANCALEPORE A seguito della suddetta richiesta il Comando Nazionale disponeva uno speciale provvedimento di espulsione nei confronti del sig. Balestra Giuseppe. Nel contempo Il comando nazionale ha chiesto al sindaco di molfetta provvedimento di revoca della nomina a guardia volontaria ambientale effettuata in data 25 febraio 2005 Tanto si doveva.



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet