Recupero Password
Dal mare Adriatico al parco nazionael dell'Alta Murgia Una iniziativa della scuola elementare "Rosaria Scardigno" di Molfetta
15 giugno 2004

L'educazione ambientale è stata da sempre una tematica affrontata con sensibilità ed interesse dai docenti del 50 Circolo Didaffico “R. Scardigno” di Molfetta, che quest'anno con un progefto dal titolo “Dal Mare Adriatico al Parco Nazionale dell'Alta Murgia” è risultato ai primi posti di una graduatoria regionale redatta fra tutti i progetti singoli presentati da scuole di ogni ordine e grado della Puglia e ammessi a finanziamento, a seguito di un apposito bando di concorso, dagli Uffici Smaltimento Rifiuti e Parchi e Riserve Naturali dell'Assessorato all'Ambiente della Regione Puglia. Il progetto, che sul pino organizzativo è stato curato dall'ms. Teresa de Pietro, ha coinvolto varie istituzioni: Ministero dell'Ambiente, Regione Puglia, Ufficio Scolastico Regionale, Comune di Molfetta, la scuola “R. Scardigno e il Centro Studi e Didattica Ambientale “Terrae” di Ruvo di Puglia e si è articolato sul piano metodologico in una fase di studio in classe e in un secondo momento di visite guidate in ambienti naturali considerate vere e proprie “lezioni sul campo”. Interagendo con gli esperti e fra di loro, gli alunni nei panni di “piccoli speleologi, botanici e biologi” hanno discusso su diverse realtà: il degrado del mondo marino sommerso e del neo Parco dell'Alta Murgia con il relativo problema delle falde acquifere inquinate e/o completamente salate, che dalla Murgia portono l'acqua fino al Mare Adriatico. La manifestazione finale, svoltasi martedì 8 giugno 2004, si è articolata in una Mostra degli elaborati realizzati dagli alunni e nella presentazione di un CD-ROM relativo a tutto il progetto ambientale, la cui elaborazione grafica è stata eseguita dall'ins. Vincenza de Musso. Con una coreografia dai mille colori e con una molteplicità di oggetti e manufatti caratteristici dell'ambiente marino e murgiano (barca a vela, canoa, remi, reti da pescatore, cesti, rastrelli, pale, spighe di grano, fiori, scale, sacchi, tronchi d'albero, cariole,) la “Mostra”, allestita nella Piazza dell'Amicizia situata all'interno del Circ. Didat. “R. Scardigno” da alunni, insegnanti, personale ATA e genitori, sempre collaborativi e disponibili con la scuola in tutte le attività realizzate, ha illustrato la flora, la fauna, gli ecosistemi e l'habitat naturale del Mare Adriatico e del territorio dell'Alta Murgia. La presentazione del CD-ROM, relativo al Progetto POR — Puglia dal titolo “Dal Mare Adriatico al Parco Nazionale dell'Alta Murgia”, finanziato dall'Assessorato all'Ambiente della Regione Puglia nell'ambito del Programma Operativo Regionale Scuola Ambiente 2003/05 e patrocinato dall'Amministrazione Comunale di Molfetta, sempre sensibile alle aspettative dei ragazzi, è stata introdotta dal Dirigente Scolastico della scuola “R. Scardigno” prof. Michele Laudadio. Una “scuola diversa” — ha detto il prof. Laudadio — deve superare lo spazio chiuso e statico dell'aula scolastica per immergersi in quello aperto e dinamico dell'ambiente che ci circonda. Infatti, il problema della salvaguardia e valorizzazione dell'ambiente naturale passa, prima di tutto, attraverso la conoscenza diretta e intima del valore e del significato del patrimonio naturale e storico circostante e la consapevolezza di una corretta interazione uomo-ambiente. La proposta operativa che scaturisce da questo progetto - ha concluso il Dirigente Laudadio — è quella di un “turismo sostenibile” in cui coinvolgere Enti e associazioni locali, provinciali e regionali partendo da osservazioni e constatazioni a noi più vicine.Alla manifestazione sono intervenuti: Dott. Marilù Meterangelo, responsabile IN.F.E.A. della Regione Puglia, che nel complimentarsi con tutta la comunità scolastica per la cura e la professionalità manifestate nell'allestimento della Mostra e nell'organizzazione di questo incontro culturale, ha ricordato che il Programma “Informazione, Formazione ed Educazione Ambientale” prevede lo svolgimento di attività di informazione e sensibilizzazione ambientale attraverso il coinvolgimento della scuola. Lodevole, quindi, diventa la finalità di questo progetto perché costituisce un'occasione di studio, di riflessione e di ricerca finalizzata a sviluppare tra i giovani l'amore e il rispetto per il nostro territorio, inteso come patrimonio indispensabile per la crescita e lo sviluppo della società nel suo complesso. Dott. Saverio Petronelia, Dirigente dell'Ufficio Parchi e Riserve Naturali della Regione Puglia, che ha evidenziato da un lato l'importanza di un turismo eco-sostenibile rispettoso del patrimonio comune e dall'altro quella di una cultura della salvaguardia e tutela dell'ambiente, che deve partire dai comportamenti quotidiani di tutti i cittadini volti ad evitare di lasciare per le strade semplici rifiuti e arrivare ad abituare gli alunni sin dalla tenera età a rispettare gli spazi e i luoghi in cui abitualmente vivono. Considerato il riscontro positivo che tale progetto ha avuto sul 50 Circolo Didattico, il dott. Petronella ha invitato la dirigenza scolastica a farsi promotrice di una divulgazione a largo raggio di questa sensibilità ecologica presso altre scuole cittadine perché nulla è praticabile senza passione ed impegno. Prof. Giuseppe Lagrasta, dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, che ha sottolineato le finalità del Protocollo d'Intesa sottoscritto tra l'Assessorato Regionale all'Ambiente e l'Ufficio Scolastico Regionale volte alla promozione e alla diffusione fra i giovani di una consapevole e corretta cultura e conoscenza delle tematiche ambientali e all'educazione a comportamenti responsabili ed attivi finalizzati allo sviluppo sostenibile. Dott. Mauro Brattoli, assessore alla Pubblica Istruzione e alla Socialità del Comune di Molfetta, che nel ricordare l'impegno dell'amministrazione comunale nella promozione di una giusta educazione ambientale e alla salute realizzata con il progetto “Città Sane OMS”, ha evidenziato che anche Molfetta può vantare un suo Parco Naturale rappresentato dalla stazione neolitica e dall'orto botanico presenti nel Pulo, un parco visitabile gratuitamente da tutte le scuole. Prof. Raffaele Annese, esperto naturalista del Centro Studi e Didattica Ambientale “Terrae” di Ruvo di Puglia e coordinatore esecutivo del progetto, che ha illustrato attraverso le immagini del CD-ROM il percorso didattico, le attività laboratoriali (riciclaggio della carta, preparazione del pane, allestimento di schede sulla flora e fauna e realizzazione di giochi pratici) e le escursioni sul territorio (spiaggia della prima cala a Molfetta, Bosco di Patanella a Ruvo di Puglia, Masseria “Sei Carri” ad Andria). Interesse, curiosità, suggestione e compiacimento ha suscitato, infine, sul folto e qualificato pubblico intervenuto alla manifestazione finale, la proiezione di un servizio di diapositive sul Parco Nazionale dell'Alta Murgia presentato dal dott. Domenico Lorusso, presidente dell'Associazione “Terrae”. Alla serata conclusiva erano presenti fra gli altri: la dott. Maria Mezzina, assessore comunale alle Innovazioni Tecnologiche, il prof. Francesco Gesmundo, Direttore IRRE Puglia, e il Ten Gadaleta, Mobility Manager della Polizia Municipale di Molfetta. Messaggi di saluto sono pervenuti da: Dott. Michele Saccomanno, Assessore All'ambiente della Regione Puglia; Dott. Giuseppe Fiori, Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia; sig. Tommaso Minervii, Sindaco di Molfetta, tutti impossibilitati ad intervenire per inderogabili e sopraggiunti impegni istituzionali.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet