Recupero Password
Confronto tra le diversità ed eliminazione dei pregiudizi etnici in un convegno all'Ipssar di Molfetta Aperte le Giornate dell'arte e della creatività studentesca all'Alberghiero. Domani convegno sulle biodiversità
17 aprile 2008

MOLFETTA - Si è aperta stamattina, con il convegno sulla Costituzione italiana e sul dialogo con le altre culture, la tre-giorni con cui l'istituto professionale alberghiero di Molfetta celebra la Giornata dell'arte e della creatività studentesca. Nell'auditorium Regina Pacis, presso la Parrocchia Madonna della Pace, alla presenza degli studenti di altre scuole accompagnati dai loro docenti e dirigenti scolastici, si sono succeduti al microfono il dott. Ruggiero Francavilla, vice direttore generale Ufficio scolastico regionale per la Puglia, e i docenti universitari prof.ssa Franca Pinto Minerva, preside della facoltà di Lettere e Filosofia all'Università di Foggia, e prof. Vincenzo Robles docente di Storia Contemporanea all'Università di Foggia, i quali hanno accompagnato cinque dottoresse neolaureate presso la loro Università (quattro di etnia curdo-irachena, una di nazionalità ucraina), che per certi versi hanno rappresentato il contributo più prezioso. Presenti anche i due politici di spicco della città di Molfetta, l'assessore regionale Guglielmo Minervini e il neoeletto senatore della Repubblica Antonio Azzollini, i quali per una mattina entrambi hanno messo da parte le “ostilità” della campagna elettorale. Il primo, Minervini, ha parlato di “scelta coraggiosa, quella di guardare in faccia la Costituzione, che è una visione della società, c'è la persona, c'è l'idea dello stare insieme, del realizzare il meglio per sé stessi, c'è un dovere inderogabile di solidarietà, dell'agire verso l'altro”. Azzollini, intervenuto subito dopo il commento delle relatrici, ha affermato come i diritti della persona “passino attraverso una modernizzazione anche della scuola, che permette di conoscere le proprie radici, una conoscenza indispensabile nell'incontro tra identità diverse in cui ciascuno esprime ciò che è”. A presiedere la conferenza il dott. Ruggiero Francavilla, che, dopo una breve analisi sui numeri della presenza di studenti italiani nelle varie regioni (Puglia quasi fanalino di coda, con l'1,3%), l'80% dei quali nel settore dell'istruzione tecnica e professionale, ha ceduto alla parola al prof. Robles, che ha fatto riecheggiare nella sala le parole di alcuni dei padri costituenti di origine pugliese, tra i quali, soprattutto, Aldo Moro e Giuseppe Di Vittorio, costituendo un ideale ponte dai giorni nostri a quel periodo, giugno '46 – dicembre '47, difficile ma ricco di speranze e di sguardi verso il futuro. E' stata poi la volta delle dottoresse ospiti, che hanno parlato della loro terra, delle loro identità, e in particolar modo, nel caso delle ragazze irachene, delle contraddizioni di una neonata Costituzione incapace di tradursi, all'atto pratico, nella realtà: un documento in cui finalmente per la popolazione della culla dell'umanità sono sanciti diritti umani, libertà di stampa e uguaglianza dei sessi, ma, come dicono “la realtà è un'altra cosa”. Subito dopo il loro intervento è stata la prof.ssa Pinto Minerva a parlare di confronto tra le diversità, arricchimento nell'altro, abbattimento dei pregiudizi etnici, prima che il prof. Francavilla di nuovo chiudesse l'ideale cerchio tirando le somme su quelle che sono le norme della Costituzione che interessano i diritti umani, e su come la scuola può e deve comportarsi a proposito, grazie anche ad una continuità nei programmi ministeriali di cui Francavilla lamenta la mancanza. La Giornata dell'arte e creatività studentesche proseguirà domani, quando tra le proprie mura l'Istituto alberghiero ci sarà il seminario su “Biodiversità e Biotecnologie: alleati e non rivali per la valorizzazione delle risorse agroalimentari” a cura della dott.ssa Gabriella Sonnante coadiuvata dal dr. Salvatore Cifarelli del CNR e dal prof. Mario Amato.
Autore: Vincenzo Azzollini
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet