Recupero Password
Conclusi i corsi En.a.P. promossi dal Centro Didattica Ambientale Terrae
17 giugno 2009

MOLFETTA - Cinque sedi, un unico comune obiettivo: la formazione di figure professionali in grado di investire sul settore turistico ambientale e valorizzare le migliori risorse che la Puglia è capace di offrire. Si sono conclusi con successo i corsi gratuiti En.a.P. di perfezionamento cofinanziati dal FSE, dallo Stato e dalla Regione Puglia, le cui attività sono state realizzate e presentate ai corsisti dagli esperti "Ophrys" Centro Educazione Ambientale della associazione "Terrae" Centro Studi e Didattica Ambientale, nelle località di Bisceglie, Modugno, Corato, Taranto e Andria. Una formazione estesa e radicata nel territorio, anche lontano dal Parco Nazionale dell'Alta Murgia, dove prevalentemente opera Terrae e dove ha la propria sede, in Via Valle Noè a Ruvo: 100 ore completamente gratuite per affrontare le questioni relative al monitoraggio ambientale, al controllo sul territorio, e destinate a capire quali sono le risorse su cui far leva per risollevare il turismo ambientale, ecologico e naturalistico fino a renderlo una importante vena economica con ricaduta sul territorio, ma soprattutto l'occasione per un arricchimento dal punto di vista umano, per chi scelga l'offerta del turismo ecologico. E' necessario, perché questa nuova, intraprendente filosofia vada a buon fine, che questa offerta avvenga nei modi giusti e lungo i canali giusti: a questo puntavano i corsi En.a.P., (undici in totale) con due diverse linee-guida: la prima relativa al “Monitoraggio ambientale e controllo sul territorio”, la seconda sul tema “Il valore delle risorse ambientali come leva dello sviluppo territoriale”, per un progetto comune che mira, attraverso il perfezionamento di saperi specifici, alla valorizzazione delle risorse umane formate per promuovere un ampliamento della offerta turistica e lo sviluppo del turismo ecologico e naturalistico, in particolar modo nell'area del Parco Nazionale dell'Alta Murgia. Un'area, molto spesso gli abitanti e operatori del luogo sono i primi a dimenticarsene, che rappresenta un ambito geografico con un potenziale attrattivo elevato, grazie alle caratteristiche climatiche e la posizione geografica strategica rispetto sia al mare che alla montagna, alla presenza di emergenze paesaggistiche di notevole bellezza (è inserita nell'itinerario degli habitat rupestri previsto dal Piano di Sviluppo della Regione Puglia), che vanta un patrimonio di formazioni boschive, grotte e anfratti scavati nel tufo e nelle rocce, oltre a falde acquifere con proprietà oligominerali e salutari e che, soprattutto, presenta un patrimonio archeologico di notevole rilievo. Non solo: il progetto ha anche ribadito la necessità di un lavoro sinergico tra i vari soggetti socio-istituzionali (punto su cui l'associazione Terrae batte abitualmente, come in occasione della conferenza nel giorno dell' inaugurazione del centro “Oprhys”) senza il quale è difficoltoso elaborare una strategia comune sul piano ambientale e turistico. E, non ultima tra le finalità che i due corsi si proponevano, anche quella di facilitare un passaggio delicato per i giovani come quello dell'ingresso nel mondo del lavoro. La felice conclusione dei corsi En.a.P. da parte degli esperti del Centro sono la definitiva conferma che, su tutti questi fronti, l'associazione Terrae è presente, più viva che mai, e proiettata verso il turismo del futuro.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet