Recupero Password
Con i nuovi quartieri, meno acqua a Molfetta? E ad aprile sarà peggio per i lavori di risanamento della rete idrica
15 marzo 2008

Tornano i tristi tempi della mancanza di acqua nella nostra città, con conseguenti disagi per i cittadini. E a febbraio siamo stati privati per alcune ore di un servizio ovviamente indispensabile per tutti. Con il passare del tempo, e con la difficoltà di rendere il servizio nuovamente efficiente, (in alcune zone l'acqua è mancata per più di 30 ore, salvo brevissimi momenti ad intermittenza), la popolazione infastidita ha iniziato a sollevare polemiche e interrogativi sui motivi di tale disagio. In un comunicato stampa del 14 febbraio, l'Acquedotto Pugliese ha reso noti gli interventi che sarebbero dovuti essere effettuati in Via Provinciale Molfetta-Terlizzi angolo Estramurale Berlinguer, al fine di risanare urgentemente la rete idrica. Per limitare il disagio della popolazione sono state poi dislocate, in base alle esigenze logistiche, diverse autobotti. Ovviamente molti cittadini hanno pensato che l'urgenza dei lavori fosse dovuta alla necessità di allacciamenti della rete idrica con le nuove zone della nostra città, preoccupandosi del fatto che l'acqua destinata a Molfetta sarebbe dovuta poi essere maggiormente razionalizzata e divisa tra più quartieri, con la conseguenza di una possibile riduzione della stessa. Per far luce su tali dubbi Quindici ha rivolto alcuni di questi interrogativi al responsabile della comunicazione dell'AQP, Vito Palumbo, il quale ci ha confermato che la principale motivazione dell'intervento sulla rete in quei giorni prescindeva dagli allacciamenti idrici con le nuove zone abitate, vista anche la durata della sospensione dell'erogazione dell'acqua, che sarebbe stata decisamente minore se la causa principale non fosse stata la riparazione delle condutture. Il perdurare del disagio è stato poi determinato dall'iniziale bassa pressione dell'acqua nelle tubature, e dalla mancanza di autoclavi, pompe, e quant'altro servisse all'interno delle abitazioni e palazzine per facilitare e velocizzare il flusso. Per quanto riguarda la nuova razionalizzazione dell'acqua in base all'aumento del fabbisogno locale, la risposta è stata più incerta. In realtà il tutto dipenderà da quanta acqua sarà disponibile per tutti i Comuni gestiti dall'AQP, calcolando un consumo medio per abitante. Non si potrà poi prescindere dalla fisicità di quest'ultima sottoposta a forze di attrito e a differenti pressioni a seconda della posizione geografica dei centri abitati. Quel che è certo è che Molfetta sarà ancora soggetta a sospensione dell'erogazione idrica nei prossimi mesi. A darcene conferma proprio Vito Palumbo, il quale ha affermato che a partire dal mese di aprile verranno effettuati una serie di lavori per contenere e recuperare alcune perdite, migliorando così la gestione delle reti di distribuzione idrica. La nostra città, infatti, rientrerebbe tra i 163 Comuni con una percentuale di dispersione maggiore. Sarebbero, infatti, del 25,5% le perdite fisiche di acqua causate dalle reti cittadine. Alla fine dei lavori che interesseranno i diversi Comuni, entro un arco temporale di tre anni, l'AQP potrà usufruire di un nuovo sistema cartografico, di accurati rilievi delle reti idriche e delle attrezzature idrauliche installate, di efficienti strumenti di misura per il telecontrollo delle portate, delle pressioni e delle perdite all'interno delle reti, grazie all'utilizzo delle più moderne tecnologie per il controllo attivo (apparecchiature elettroacustiche, correlatori, noise logger, geofoni). Questo investimento di 150 milioni di euro sarà perciò importantissimo per non sprecare il bene più importante per noi tutti, recuperando circa 34 milioni di metri cubi di acqua all'anno, e consentendo anche una regolarizzazione dei campi di pressione delle reti, al fine di evitare quei fastidiosi squilibri tra zone con pressione eccessiva e zone con pressione ridotta, che come ben sappiamo riguardano anche la nostra città.
Autore: Alessandra Lucivero
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet