Recupero Password
Casarano – Molfetta calcio 1 – 0. Biancorossi sterili incassano il primo KO
15 ottobre 2007

MOLFETTA - Si è infranta al 40' del primo tempo l'imbattibilità del Molfetta, tornato da Casarano con la prima sconfitta in campionato, nella gara in cui forse i biancorossi hanno sofferto di meno, ma palesato evidenti difficoltà in fase propositiva. Pur senza Mitri e Prisciandaro, il Casarano si presentava comunque a trazione anteriore con il tridente Rosciglione - D'Anna e Taurino, sorretti da Mortari e Perrone. Di Giovanni mandava in campo un abbottonassimo 4-4-2 formato da: Spadavecchia tra i pali, in difesa i diciottenni Scorcia e Acquaviva sugli esterni, Baldassarre e Angelico al centro, a centrocampo Luciani in regia, Di Bari e Luigi D'Alessandro a presidiare la zona mediana, Davide D'Alessandro sulla fascia destra, in avanti Lobascio e Paparella, pronti a sfruttare il contropiede. L'avvio era dei locali, con il Molfetta chiuso nella propria metà campo, attento a mantenere lontano dalla propria area gli avversari. Chiuse le fasce, il Casarano faticava a servire la torre Rosciglione, chiuso nella morsa Baldassarre-Angelico. La pressione dei salentini si concretizzava con alcune conclusioni fuori misura di D'Anna e Taurino. Al 40 il Casarano realizzava il gol della vittoria. Perrone trovava lo spazio sulla fascia destra, palla in mezzo, Rosciglione svettava su tutti e di testa mandava la palla alle spalle di Gianni Spadavecchia. Di Giovani richiamava Luigi D'Alessandro per D'Aloia, ma primo tempo si chiudeva con una risposta di Spadavecchia su Mortari. Nella ripresa subito il Casarano si faceva pericoloso con un'azione personale di D'Anna sprecata malamente. Al 10' il portiere Spadavecchia per guai muscolari lasciava il campo al figlio, l'esordiente diciassettenne Sergio. Il Casarano abbozzava qualche timido tentativo di chiudere la gara, ma poi ripiegava sulla propria ¾ ad aspettare il Molfetta. Con un under in porta, Di Giovanni inseriva Tommaso Aloisio per Davide d'Alessandro. Il Molfetta alzava il baricentro, ma non trovava le profondità per mettere in movimento Lobascio e Paparella. Aloisio tentava qualche percussione, ma la retroguardia salentina chiudeva i varchi e le iniziative finivano nelle maglie della difesa avversaria. In pratica il Molfetta non tirava mai in porta. La sconfitta di Casarano ha messo a nudo il punto debole della squadra: la sterilità in avanti. In fase difensiva i biancorossi possono reggere il confronto con chiunque. Infatti il Molfetta ha la seconda miglior difesa del torneo con soli 3 reti subite, ma quando deve rincorrere, come è successo a Casarano, si scopre con le armi spuntate. Lobascio e Paparella possono impensierire gli avversari solo con le ripartenze in contropiede. Un limite espresso da un dato chiaro: senza considerare la goleada sul Leonessa che non fa testo, il Molfetta ha realizzato solo due reti, di cui una su rigore. Oltre alla sconfitta da Casarano il Molfetta è tornato con un guaio in più. Dopo lo stop del portiere titolare Musacco, anche Gianni Spadavecchia dovrà rimanere fermo per uno stiramento. Di Giovanni si trova ora in piena emergenza, con il solo diciassettenne Sergio Spadavecchia disponibile. La giornata La giornata è stata caratterizzata da una serie di risultati sorprendenti che hanno ricompattato la classifica, con ben 8 squadre racchiuse in soli due punti, a dimostrazione di un campionato all'insegna di un diffuso equilibrio. A partire dalla sconfitta interna della capolista Corato ad opera di un Mesagne dato per spacciato alla vigilia. Sofferto il pareggio interno del Bisceglie contro un Real Altamura in crescita. Ad approfittare del rallentamento di Corato e Bisceglie è il Copertino vincente contro il Massafra e il Locorotondo che ha liquidato il Maglie con un tennistico 6-0, mentre Noci e Nardò, fermati sul pareggio rispettivamente dal Liberty Bari per 0-0 e Ostuni 2-2, hanno perso l'occasione per balzare in testa alla classifica. Domenica prossima per l'8ª giornata, gli occhi saranno puntati su Liberty Bari – Bisceglie, Lucera – Casarano, Nardò – Locorotondo, mentre a Molfetta scenderà il Corato. Risultati 7ª giornata Corato – Mesagne 2-3 Bisceglie – Real Altamura 2-2 Copertino – Massafra 2-1 Francavilla – Cerignola 1-0 Leonessa Altamura – Lucera 0-7 Noci – Liberty Bari 0-09 Ostuni – Nardò 2-2 Locorotondo – Maglie 6-0 Casarano – Molfetta 1-0 Classifica Corato, Bisceglie e Copertino 15 Casarano e Locorotondo 14 Lucera, Nardò e Noci 13 Francavilla 11 Liberty Bari 9 Molfetta e Massafra 8 Mesagne 7 Ostuni e Maglie 6 Real Altamura 3 Cerignola 1 Leonessa Altamura 0 Gare 8ª Giornata Maglie – Copertino Cerignola – Leonessa Altamura Liberty Bari – Bisceglie Lucera – Casarano Massafra – Noci Mesagne – Ostuni Molfetta – Corato Nardò – Locorotondo Real – Altamura - Francavilla
Autore: Francesco Del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet