Recupero Password
Carnevale di Molfetta. Ecco il ritorno del veglioncino dei bambini, tanta allegria ma poche novità
24 febbraio 2009

MOLFETTA - Anche quest'anno nell'edizione del Cinquantesimo Carnevale Molfettese si è svolto il tradizionale Veglioncino dei bambini in un'ambientazione diversa da quella degli scorsi anni, il cineteatro Odeon. Lo spettacolo organizzato in poco tempo, ha comunque riscosso un discreto successo visto che gli organizzatori hanno registrato un notevole afflusso di spettatori, anche se per la maggior parte si trattava di genitori e parenti dei bambini. Il veglioncino è stato presentato da Marilena Farinola (collaboratrice di Quindici) e da Antonio Roselli (nella foto sotto) che grazie alla loro simpatia e al loro spirito di improvvisazione impeccabile, hanno coinvolto il pubblico durante tutta la manifestazione. L'evento patrocinato dal Comune di Molfetta in collaborazione con la cooperativa di servizi “Milleventi” e la direzione artistica di Rino Petruzzella ha visto salire sul palco del teatro Odeon i bambini di alcune scuole elementari e medie di Molfetta e non solo. Ben dieci i gruppi mascherati che si sono avvicendati sul palco dell'Odeon. Molti sono stati i temi rappresentati durante lo spettacolo, a partire dal primo gruppo del Centro disabili di Molfetta che ha affrontato l'argomento dell'inquinamento, e in particolar modo della raccolta differenziata. Il gruppo della Scuola Secondaria Statale di primo grado “Giuseppe Saverio Poli” ha invece portato nel teatro l'atmosfera di un mondo a noi lontano, quello orientale, con una fantasia di danze e colori che fedelmente hanno riprodotto nei loro costumi. Le “Bambole Giapponesi” hanno fatto il loro esordio dal fondo della sala, sorprendendo gli spettatori per la minuziosa attenzione dei costumisti e truccatori nel riprodurre le pupe orientali. I gruppi più numerosi, insieme alla Scuola Secondaria Statale di primo grado “San Domenico Savio” che ha messo in scena il musical “Mamma mia”, sono stati quelli dell'Oratorio Polisportivo Salesiano “Don Bosco” che hanno presentato “I Pirati dei Carabi” in una simpatica e studiata coreografia a cura del responsabile Gennaro Altamura, e il gruppo dell'associazione musicale e culturale “Teatrarte” che ha riproposto, in una versione alternativa, “High School Musical” già presentato dall'Associazione Sportiva “Master Club” nella stessa serata. La stessa associazione sportiva ha messo in scena altre due esibizioni e performance di danza sportiva. I veri protagonisti della kermesse sono stati i più piccoli, che per un giorno hanno potuto immedesimarsi nei loro eroi, dai protagonisti di noti film a quelli dei programmi televisivi. Ne è un esempio il gruppo del “Ritmo de Cuba”, dove il piccolo Luca ha presentato “le Veline”. Successivamente tre ragazze dello stesso gruppo hanno allietato gli spettatori con una danza orientale. A conclusione del veglioncino di Carnevale il gruppo del “Teatrermitage” di Vito d'Ingeo ha messo in scena lo spettacolo teatrale “Peter Pan”. Tanto spettacolo e tanto divertimento, ma poche, pochissime novità, così come le tante promesse fatte di un carnevale tutto nuovo e da rilanciare, che nei fatti, non si è ancora realizzato. Ci vorrà ancora del tempo (soprattutto per realizzare gruppi mascherati con costumi bellissimi e soprattutto con coreografie più curate e non improvvisate), ma almeno si è iniziato a fare qualcosa. Giovanni Angione Saverio Tavella
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet