Recupero Password
CALCIO. Altamura – Molfetta 3-2. Biancorossi, immeritata sconfitta Gara equilibrata, poi l'arbitro fa il protagonista. Vincono Cerignola (2°) e Noci (3°) che scavalcano il Molfetta (4°)
24 dicembre 2006

MOLFETTA - Dopo nove risultati utili consecutivi il Molfetta è tornato da Altamura con la quarta sconfitta stagionale. E' stato un giovedì nero perché le vittorie di Cerignola e Noci relegano il Molfetta al 4° posto in classifica. Una sconfitta amara, maturata nella migliore gara giocata fuori casa dai biancorossi. Per 70 minuti le due squadre si sono affrontate a viso aperto, poi l'arbitro Masi di Bari decideva di fare la prima donna e influenzava il risultato. S'attendeva una partenza lanciata dei murgiani, invece era il Molfetta che prendeva l'iniziativa. Dopo 8 minuti i biancorossi passavano in vantaggio con Fabio Campanella che risolveva con un destro una mischia a seguito di un calcio d'angolo. L'Altamura reagiva scomposta e il Molfetta in contropiede si rendeva pericoloso con Uva che, frenato dal terreno bagnato, non concludeva la galoppata verso la porta. Al 16' come una doccia fredda, i locali agguantavano il pareggio. Solita punizione per Nanè, le contromisure della difesa biancorossa non scattavano e l'attaccante di testa insaccava. Al 30' l'Altamura passava in vantaggio, complice la difesa biancorossa che si lasciava sorprendere da un fendente di Esposito per Caputo, Loporchio usciva dall'area, ma il rinvio impattava sullo stinco dell'altamurano che appoggiava la palla in rete. Il campo pesante che favoriva le entrate fuori tempo e gli scontri sempre più frequenti, faceva salire l'agonismo, non mancavano i colpi proibiti. L'arbitro però lasciava correre e il nervosismo cresceva. Nella ripresa il Molfetta si rendeva subito pericoloso con un colpo di testa di Uva neutralizzato dal portiere. Poi saliva in cattedra l'arbitro, il signor Masi della sezione di Bari, come se volesse dimostrare qualcosa a qualcuno. In pochi minuti sbandierava per 4 volte il cartellino giallo e Nanè, per doppia ammonizione, guadagnava anzitempo gli spogliatoi. L'Altamura arretrava il baricentro e il Molfetta accentuava la pressione, prima sfiorava la rete con D'Aloia e poi pareggiava. Traversone dalla destra di Salamina, Carlucci di testa colpiva la traversa, sul rimbalzo Campanella di testa realizzava la doppietta personale. Il Molfetta aveva la gara in mano e più volte insidiava l'area avversaria. L'Altamura si manteneva sulle sue, come se si accontentasse del pareggio, solo sulle palle inattive si allungava nell'area molfettese. All'80 l'arbitro ci metteva ancora lo zampino, un tiro finiva sul braccio di Campanella: rigore tra le vigorose proteste dei molfettesi. S'incaricava del tiro Di Benedetto che non sbagliava. Subito dopo Binetti, entrato al posto di Aloisio, era falciato in area, ma per l'arbitro era tutto regolare. Gli animi si scaldavano, il presidente si lasciava andare a un commento: “Finalmente ti sei deciso a fischiare anche in nostro favore”, un'osservazione che l'arbitro non gradiva e invitava De Nicolò a lasciare il campo. Senza nessun attaccante in panchina, Di Giovanni sostituiva D'Alessandro per Patruno, ma la partita del molfettese durava pochi secondi. Contrasto tra Patruno ed Esposito a centrocampo, con quest'ultimo che si rotolava per terra. L'arbitro quasi a voler pareggiare il conto delle espulsioni sventolava il cartellino rosso. Sul finale in una mischia nell'area dei locali, Binetti mancava l'impatto vincente. Una trasferta negativa su tutta la linea: sconfitta, vittorie delle concorrenti Noci e Cerignola, D'Aloia e Tridente già diffidati che salteranno il derby contro il Bisceglie. La sconfitta però è stata accolta con serenità da tutto l'ambiente biancorosso. Dopo gara “Sconfitta amara per il risultato – ha dichiarato Angelo Carlucci - ma non per la prestazione. Abbiamo giocato la miglior gara in trasferta dove non sempre abbiamo brillato. Purtroppo siamo incappati in un arbitraggio infelice. Nei momenti cruciali della partita abbiamo subìto delle decisioni sfavorevoli. Peccato. perché eravamo decisi a fare nostra la gara”. Sulla stessa lunghezza il tecnico Di Giovanni: “E' stata una gara aperta, senza troppi tatticismi. Siamo andati in vantaggio nel nostro momento migliore, poi due disattenzioni nostre hanno permesso all'Altamura di portarsi in vantaggio. Nella ripresa dopo il nostro pareggio, l'arbitro si è inventato di tutto e le sue decisioni hanno fatto la differenza: ha dato all'Altamura con leggerezza un rigore, mentre non ha visto un atterramento in area di Binetti, ha espulso prima Patruno e poi il nostro presidente. Nonostante la sconfitta, la squadra ha dimostrato di essere tonica. Ciò mi fa ben sperare che anche nel 2007 faremo la nostra parte da protagonisti”. RISULTATI 19ª GIORNATA (2ª ritorno) Altamura 3 - Molfetta 2 Bisceglie 1 - Ostuni 0 Capurso 0 - Fasano 0 Copertino 1 - Massafra 1 Locorotondo 0 – Francavilla 0 Lucera 3 - Nardò 1 Maglie 0 - Cerignola 2 Noci 3 - Apricena 1 Novoli 1 - Galatina 0 CLASSIFICA 45 Fasano 38 Cerignola 36 Noci 35 Molfetta 29 Francavilla 28 Locorotondo e Altamura 27 Bisceglie 26 Lucera 24 Ostuni 22 Galatina e Maglie 20 Nardò 18 Copertino 17 Capurso 14* Massafra 11* Novoli 7 Apricena (*una partita in meno) PROSSIMO TURNO (7 gennaio 2007) Apricena-Capurso; Cerignola-Locorotondo; Copertino-Maglie; Fasano-Novoli; Francavilla-Altamura; Massafra-Galatina; Molfetta-Bisceglie; Nardò-Noci; Ostuni-Lucera.
Autore: Francesco Del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet