Recupero Password
BASKET. Suicidio Virtus, Palestrina passa 94-96
09 marzo 2009

MOLFETTA - Ennesimo finale thrilling al PalaPoli nella 22ª giornata del campionato di Seria A Dilettanti. Nella sfida tra Virtus Molfetta e Palestrina serve un tripla di Andrea Vitale ad una manciata di secondi dalla fine per decretare il vincitore della contesa e a fissare il punteggio sul 94-96 finale. Finale avvelenato anche per la “bomba” da centrocampo scoccata da Patrick Nanut sulla sirena e ritenuta non valida dal duo arbitrale. La sensazione è che la decisione di Vaccarini-Garibotti sia giusta, ma non per qualche “appassionato della domenica“ che ha scelto l'inciviltà e l'aggressività come cartolina ricordo della nostra città da consegnare ai supporters ospiti. Tra i laziali ottima la prova di Mauro Morri e Emiliano Benini, mente e braccio di una compagine che fa dell'organizzazione la propria arma principale. Tra le fila molfettesi molto bene Giorgio Mapelli (foto), con 11 punti realizzati nell'ultimo quarto di gara, e Andrea Malamov, l'unico in campo a provare a dare intensità difensiva. Solito starting five per il Molfetta, Alessandri, Morri, Vitale, Gagliardo e Benini per Palestrina; l'inizio è tutto di marca ospite, ma dalle prime azioni si intuisce che non saranno le difese a dominare. Dopo pochi minuti si è già sullo 0-10 con i canestri di Gagliardo e Alessandri e le triple di Morri e Benini, per Molfetta solo errori, due volte con Maggi e una con Malamov. A sbloccare l'attacco di casa è Milos Stijepovic seguito da Lillo Leo che mette 5 punti in un amen. Di Marcantonio non è il solito gigante nell'area avversaria, ma prova ad alzare il ritmo in difesa stampando due stoppate che permettono alla Virtus di ricucire lo strappo iniziale. Dopo 10' di gioco il vantaggio di sei lunghezze è esterno (21-27). Nel secondo quarto è Malamov ad aprire le danze con un bel canestro da due ed è ancora lui a trovare la prima parità a quota 31 con un 2/2 dalla linea della carità. Palestrina prova nuovamente a fuggire con due triple di Spigaglia e Vitale e un libero di Alessandri, ma Molfetta con un clamoroso parziale di 10-0 trova addirittura il vantaggio (41-38) con una “bomba” da 8 m di un ispirato Nanut. Al riposo lungo la squadra di casa è avanti 49-45. Palestrina è squadra cinica ed esperta e nel terzo mini tempo, guidata da uno splendido Benini, riporta l'inerzia della gara dalla propria parte. Le scelte di tiro dei ragazzi di Steffè sono praticamente perfette e, complice la scarsa attenzione in difesa degli uomini in biancoblù, chiudono il parziale con 32 punti segnati, frutto di un 4/4 da tre punti e un 7/11 da due. La Virtus barcolla e prova a complicarsi ulteriormente la vita, come già aveva fatto a Potenza, quando Di Marcantonio, dopo aver conquistato un bel rimbalzo in difesa, si fa fischiare un inutile antisportivo che lancia gli ospiti sul +5 di fine terzo quarto (72-77). Malamov non ci sta e costringe all'antisportivo Alessandri dopo avergli sottratto la palla nel primo possesso del parziale finale. 0/2 ai liberi e canestro di Mapelli sul possesso successivo. Molfetta è viva e ritrova il vantaggio a 7'25” dalla sirena con una bella tripla di Malamov (79-77). Morri risponde dai 6.25, ma Leo e ancora Mapelli allungano sull'85-80. A 3' dalla fine Morri e Benini riportano la situazione in parità, Di Marcantonio saluta il match con 5 falli, seguito a ruota da Malamov un minuto dopo. A 35” dalla sirena Mapelli con un ½ dalla lunetta fissa il punteggio sul 93-91. Morri sbaglia da 3 e Maggi con un altro punto dalla lunetta porta i suoi avanti di 3 lunghezze. Sembra fatta, ma poi arriva l'ingenuità di Leo che commette fallo sul tiro da tre di Benini. Solo 2/3 dell'ala forte laziale e ancora un match point per i biancoazzurri di casa. Steffè ordina fallo, Stjepovic subisce e viaggia in lunetta. 0/2 tra l'incredulità generale e ancora un possesso per le speranze di Palestrina. Morri porta palla e serve a Vitale l'ultimo dei 9 assist di giornata. Sentenza dai 6.25 e vantaggio ospite 96-94 quando sul cronometro ci sono ancora 2 miseri secondi. Sembra tutto finito, ma è la gemma di Nanut da metà campo a riaccendere improvvisamente la contesa. La coppia arbitrale è inflessibile, canestro non valido e speranze molfettesi infrante. Inutile commentare le scene da far west dell'immediato dopo gara, con alcuni esagitati che non dovrebbero trovare ospitalità e cittadinanza in nessun luogo, figurarsi in manifestazioni sportive. Ko che complica i piani di nono posto per gli uomini di Carolillo, ma l'occasione di riscatto è dietro l'angolo. Sabato 14 Marzo a Molfetta arriva Firenze, cancellare la sconfitta dell'andata per rilanciare la classifica è un obbligo. IL TABELLINO Virtus Molfetta - Palestrina 94-96 Parziali: 21-27, 49-45, 72-77, 94-96 Virtus Molfetta: Maggi 11, Mapelli 14, Parrino 0, Malamov 16, Stijepovic 2,Nanut 18, Leo 20, Puglia 3, Di Marcantonio 10, Panunzio ne. Coach: Carolillo Palestrina: Alessandri 11, Morri 19, Gagliardo 13, Vitale 18, Simeoni 4, Benini 22, Spigaglia 3, Cara ne, Rossi 0, Rischia 6. Coach: Steffè.
Autore: Giuseppe Bruno
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet