Recupero Password
BASKET - Sesta vittoria consecutiva: Virtus sola in vetta alla classifica Maddaloni - Molfetta 70-77
05 novembre 2006

Il Centro Auto Ford Molfetta vince la sesta partita consecutiva nel campionato di B2 e vola sola in testa alla classifica. Corato con cui condivideva il primato è uscito sconfitto dalla trasfeta lucana a Bernalda. Sembra di rivedere, negli uomini di Carolillo, la “cattiveria” agonistica della passata stagione che portò il sodalizio biancazzurro ad una serie positiva di dieci turni. Molfetta non sembra soffrire, in questo avvio di stagione, compagini ben più esperte, costrette ad inchinarsi al passaggio della banda molfettese. E così, nella serata di ieri, è arrivata la terza vittoria esterna della stagione in un incontro largamente condizionato dalle decisioni della coppia arbitrale Cleri – Svolacchia. La Virtus, con in campo il solito quintetto titolare composto da Maggi, Bigi, Teofilo, Leo e Storchi, partiva maglio portandosi sul 6-0. I locali reagivano prontamente con una tripla di Chirico. Molfetta creava di più grazie ai movimenti in area di Teofilo e Storchi che disorientavano la difesa casertana. A metà quarto una schiacciata da antologia di capitan Teofilo valeva il +5, poi Bigi fermato irregolarmente usufruiva dei primi tre tiri liberi della serata. La Virtus incrementava con il tandem Storchi – Bigi sugli scudi portando il suo vantaggio sul +14 mentre Maddaloni, con bassissime percentuali al tiro, rimaneva inchiodata a 7 punti. Maddaloni tornava sul -11 grazie ai quattro punti di fila realizzati da Simeoli in apertura della seconda frazione. Il duo arbitrale adesso fischiava veramente di tutto con molteplici decisioni, alcune delle quali contro la squadra locale, che avrebbero condizionato lo svolgimento della gara. Ancora Simeoli (top scorer dell'incontro) infilava tre liberi che valevano il 18-26 dopo due minuti. L'ambiente si surriscaldava e i locali risentivano dell'incitamento del pubblico per accorciare nuovamente le distanze. Torresi dai 6,25 riportava in doppia cifra il gap tra le due formazioni ma Piscitelli era inesorabile nel ribadire a canestro nel capovolgimento di fronte. Gli arbitri perdevano il controllo del match fischiando falli ad oltranza che valevano il -2 per Maddaloni. In chiusura Desiato pareggiava con una tripla (37-37) ma l'entusiasmo durava poco perché Paganucci e Torresi con due triple pregevoli riportavano Molfetta sul +5. Teofilo rompeva gli equilibri del terzo quarto dopo trenta secondi sfruttando due tiri dalla lunetta poi Bigi, tornato a macinare punti preziosi riportava i suoi sul +12 (38-52). Maddaloni si opponeva con un parziale di 9-2 con cui si riportava ancora una volta in partita dopo cinque minuti. A questo punto gli arbitri decidevano di eliminare Bigi dalla contesa fischiandogli, nel giro di alcuni secondi, tre falli inesistenti. Qualche parola di troppo della guardia molfettese costava il tecnico: Chirico faceva 3 su 4 dalla lunetta e Maddaloni tornava a due sole lunghezze con la Virtus costretta a giocare nei restanti dieci minuti priva del suo uomo di riferimento. I biancazzurri sfoderavano l'orgoglio e andavano all'ultimo riposo dopo un parziale di 6-0. Nelle prime battute dell'ultima frazione Molfetta subiva un leggero calo di concentrazione: Simeoli penetrava facilmente tra la maglie molfettesi, Piscitelli infilava il canestro dei -4 prima che ancora Simeoli fissasse il risultato sul 60-62. Leo faceva rifiatare la Virtus con una tripla che valeva oro ma i locali non demordevano e si riavvicinavano ancora con Chirico. Gli arbitri mandavano fuori anche Torresi (reo di aver commesso un fallo che è esagerato chiamare veniale) e Maddaloni ne approfittava per portarsi sul -1. Maggi si prendeva la responsabilità del canestro che valeva il 70-73 poi Teofilo e Leo schiacciavano in contropiede al termine di due azioni in fotocopia. Il punteggio non sarebbe più cambiato. Molfetta è riuscita ad imporsi al cospetto di una squadra ben equipaggiata e comunque meritevole e soprattutto contro il duo arbitrale che ha veramente fatto di tutto per alterare lo svolgimento di una partita che altrimenti sarebbe stata assai più gradevole. La concomitante sconfitta del Corato in quel di Bernalda regala al sodalizio di Andrea Bellifemine il primato solitario del campionato di B2. Ruvo di Puglia è avvisata. CEMENTIR MADDALONI - CENTRO AUTO FORD MOLFETTA 70 – 77 PARZIALI: 11-24, 38-43; 52-60, 70-77 MADDALONI: Rotolo 1, Sergio B. 0, Piscitelli 6, Sergio L. 5, Gnarra 0, Desiato 16, Chirico 14, Garofalo 0, Falco 9, Simeoli 19. All Posillipo. MOLFETTA: Maggi 6, Braidot n.e., Bigi 18, Torresi 11, Santucci n.e., Leo 17, Paganucci 5, Teofilo 15, Storchi 5, Nord 0. All Carolillo.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet