Recupero Password
BASKET - Centro Ford Molfetta - Corato 80-76 La cronaca della partita
03 dicembre 2006

MOLFETTA: Maggi 19, Braidot, Bigi 12, Torresi 5, Teofilo 11, Leo 18, Nord n.e., Paganucci 8, Filianoti 0, Storchi 7. Coach Carolillo. CORATO: Stella 14, Ferilli 6, Grimaldi n.e., Stura 7, Onetto 13, Polselli 11, Resta D. n.e., Scorrano 21, Resta G. n.e., Motta 4. Coach Gatta PARZIALI: 19-28, 35-40; 56-56, 80-76 ARBITRI: Boninsegna e Caputo di Milano NOTE: Molfetta: tiri da 2 pt 15/33, da 3 pt 11/33, liberi 17/25 Corato: tiri da 2 pt 16/32, da 3 pt 8/22, liberi 20/22 Spettatori 2000 circa di cui quasi 250 ospiti. MOLFETTA - La Nuova Virtus Molfetta si aggiudica meritatamente il derby del nord barese contro il Corato distaccando, in classifica, il sodalizio neroverde, ora lontano quattro lunghezze. Molfetta ha sfruttato appieno il fattore campo in un incontro divertente e coinvolgente che ha visto le due squadre in campo darsi battaglia nei 40 minuti di gioco, esprimendo, a lunghi tratti, un basket veloce e spettacolare. La Virtus è riuscita a spuntarla, nonostante il Corato abbia giocato alla pari e in alcune occasioni abbia impensierito la capolista portandosi fino a nove lunghezze di vantaggio. Molfetta ha avuto il merito di capovolgere l'esito dell'incontro con la determinazione e la forza del gruppo e il supporto del pubblico nonostante in certi frangenti sembrava stesse giocando in trasferta. Il Corato, seguito nella città adriatica da oltre 200 sostenitori, dopo un primo quarto spumeggiante, pensava di aver spianato la strada verso la meta e di aver già messo una seria ipoteca sulla partita. Quanto di più sbagliato si potesse pensare. La Virtus parte male esce fuori alla grande alla distanza e così, stavolta, invece di concedersi agli avversari nelle battute conclusive della gara, si è fatta protagonista di una orgogliosa rimonta che l'ha condotta al traguardo della nona affermazione stagionale. Il merito più grande di questa Virtus è stato quello di saper gestire la gara in ogni momento, nonostante le discutibili decisioni arbitrali che dopo i primi irreparabili errori hanno fatto in modo di compensare le loro “mancanze” finendo per scontentare entrambe le compagini. Coach Carolillo è partito con il solito quintetto titolare in campo composto da Maggi, Bigi, Teofilo, Leo e Storchi e una rivoluzione nelle marcature che portava Bigi sul play Stella e Maggi su Scorrano. Franco Gatta ha risposto con Stella, Onetto, Polselli, Scorrano e Motta. Largo allo spettacolo nei primi cinque minuti di gioco: l'incontro gode di ripetuti capovolgimenti di fronte che fruttano canestri a ripetizione su entrambi i fronti. Molfetta sembra più tonica in apertura ma gli ospiti non sono da meno e si insinuano con più continuità nell'area del Molfetta, che invece prova con più frequenza il tiro dai 6,25 senza i risultati sperati (3/9). Bigi si sovraccarica di falli ed era costretto ad uscire anzitempo per non rischiare di non finire la partita e così, Molfetta è costretta a perdere momentaneamente una della sue pedine fondamentali. A metà quarto la Virtus guida con una sola lunghezza ma Scorrano e compagni piazzano un break significativo che incide sull'andamento del quarto. Gli ospiti intensificano gli attacchi con Onetto e Polselli allungando sul +9 di fine quarto. Molfetta cerca di riorganizzarsi nella seconda frazione quando Carolillo inserisce Paganucci e Torresi per Maggi e Bigi. Il risultato però non cambiava, la supremazia territoriale del Corato resiste nonostante Maggi, Teofilo e Leo davano prova di una determinazione da vendere. Rosicchia punti il Molfetta che riesce a riaprire la contesa al termine dei secondi dieci minuti di gioco. Nel terzo quarto la Virtus da una scossa all'incontro e guidata dai suoi “tenori” dava l'impressione di essere tutt'altro che annichilita dal gioco arioso degli ospiti. In cinque minuti recupera le cinque lunghezze che la dividono dal Corato e piazza un affondo vincente che la porta sul 44-43 di metà quarto. Si giocava punto a punto con le individualità dei singoli a rubare la scena (Stella e Scorrano da una parte e Maggi e Leo dall'altra). La terza frazione va in archivio con il risultato fermo in perfetto equilibrio. A questo punto dell'incontro la squadra capace di sfruttare al meglio le singole occasioni avrebbe fatto sua la partita. I dieci minuti finali sono stati un crescendo di emozioni e canestri in sequenza che non danno pace ai 2000 del PalaPoli, gremito come al solito per questa sfida di cartello. Il Corato aveva uno scatto d'orgoglio e con le triple di Ferilli continua a dare del filo da torcere alla retroguardia molfettese. I due quintetti non possono più contare su Teofilo e Motta espulsi in precedenza nella stessa azione di gioco e Carolillo e Gatta sono costretti a cambiare in corsa la strategia. I biancazzurri recuperavano il gap dal Corato e nelle ultime battute dell'incontro capitalizzavano con Maggi quanto di buono era stato fatto nell'arco dell'incontro. Da segnalare, a fine gara, alcuni scontri, prontamente sedati dalle forze dell'ordine, tra le tifoserie che, comunque non hanno arrecato danni a persone o cose all'interno dell'impianto sportivo. È possibile che una sconfitta può essere assunta da pretesa per suscitare “l'ira” di un gruppo sporadico di incivili? Una partita “tirata” ed equilibrata tra due delle squadre più forti del campionato che, in questo momento godono di un ottimo stato di forma. Sarà ancor più interessante, alla luce della gara di ieri, seguire lo scontro incrociato che vedrà fronteggiarsi, nel prossimo turno di campionato, Potenza e Molfetta da una parte, e Corato e Ruvo dall'altra, in uno dei più accesi derby pugliesi.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""






Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet