Recupero Password
BASKET - Carolillo traccia il bilancio del 2008
02 gennaio 2009

MOLFETTA - Nel pomeriggio di martedì amichevole sul parquet del “Pala Poli” tra la Nuova Virtus Basket e il Basket Ruvo. Una gara in cui il risultato non è stato elemento di analisi e che è servita ai due coach ed ai rispettivi staff tecnici per “misurare” il grado di preparazione dei giocatori e per preparare al meglio i rispettivi incontri di domenica scorsa. A fine allenamento abbiamo avvicinato coach Sergio Carolillo per chiedergli il bilancio del 2008 che sta per andare in archivio. “Possiamo certamente dividere il 2008 in due parti distinte –ha detto l'allenatore di Monopoli- fino a giugno certamente con risultati eccellenti: siamo stati protagonisti nel campionato di B2, abbiamo fatto divertire ed appassionare migliaia di sostenitori, abbiamo contribuito a rafforzare il sogno della Virtus. Nonostante la sconfitta in finale contro Ostuni abbiamo poi potuto esultare per il passaggio in A Dilettanti grazie al ripescaggio concesso dalla Lega. Da luglio in poi, inutile negarlo, abbiamo sofferto un po'. L'impatto con la nuova categoria è stato forse più complicato e difficile di quanto in molti si attenevano e abbiamo dovuto imparare a soffrire ed anche a perdere. Mi auguro che la vittoria contro Matera nell'ultima partita dell'anno abbia segnato il punto di svolta per questa stagione sportiva”. La domanda è d'obbligo: cosa cambierebbe coach Carolillo del 2008? “Sinceramente ben poco. Oltretutto è sin troppo facile ragionare, analizzare e discutere a posteriore degli eventi. Alla fine abbiamo fatto più o meno quello che tutti si attendevano dal gruppo. Abbiamo dominato il campionato di B2, siamo riusciti grazie ai meriti della società e della squadra a sbarcare nel terzo campionato nazionale ed ora siamo qui a calcare un palcoscenico che non può che dare lustro e prestigio non solo alla società ma all'intera città, e lasciatemelo sottolineare, all'intera regione. Certo se qualcosa fosse andato un po' meglio ci saremmo divertiti di più ma non ci piangiamo certo addosso”. Ed ora passiamo ai simboli di questo anno. Visto che abbiamo diviso il 2008 in due parti è giusto indicare due nomi che siano rappresentativi di un anno che è quasi concluso. “Senza voler far torto a nessuno, non ho dubbi nell'indicare due persone che, ne sono certo, sarebbero le stesse che ogni compagno di squadra, ogni dirigente, ogni tifoso ed ogni allenatore, indicherebbe: sto parlando dei due capitani di questa Virtus. Francesco Teofilo prima ed Andrea Maggi poi sono persone speciali. Uomini prima che atleti che a questa maglia ed a questa società hanno dato tanto. Francesco è stato il capitano di mille battaglie. Andrea è cresciuto tantissimo ed ha accettato il duro compito di continuare a guidare il gruppo in un progetto pluriennale che ci auguriamo raggiunga i frutti da tutti sperati”. E poi c'è il giocatore rivelazione…. “Anche qui nessun dubbio: Lillo Leo. Dopo la stagione scorsa, per lui certamente non al massimo, ha dato uno schiaffo morale a tutti quelli che lo davano per finito e per inadeguato al campionato di A Dilettanti. Ed invece ecco che Lillo ha dimostrato di che pasta è fatto. Un operaio pronto a sudare, soffrire e anche piangere per il bene di questo gruppo e di questa squadra”. Cosa si attende Carolillo dal 2009? “Un anno fatto di tanto lavoro ma anche delle giuste soddisfazioni. L'impegno, come sempre sarà massimo, e sono convinto che alla fine ci ritroveremo tutti insieme a commentare un'altra impresa targata Viruts. Ai tifosi, specie a quelli più presenti, chiedo di esserci vicini ma anche di mostrare un pizzico di maturità in più: tutti siamo tesi per questo inizio di stagione ma non è bello vedere la gente in silenzio durante le gare o ascoltare contestazioni di cui il gruppo farebbe volentieri a meno. Chiedo a loro di ritrovare un rapporto vero con l'attuale gruppo, con chi oggi indossa la maglia della Virtus, con chi ha bisogno di loro per scendere in campo con maggiore serenità”. Ed infine gli auguri alla città…. “Auguro a tutti un anno ricco di gioia, di soddisfazioni professionali e di serenità familiare. Con la speranza di poter rinnovare questo augurio di persona domenica prossima nella gara interna contro Fossombrone. Auguri a tutta Molfetta!”.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet