Recupero Password
BASKET - Carolillo: la mia Virtus non teme nessuno
21 aprile 2006

MOLFETTA - 21.4.2006 Alla vigilia dell'ultima gara della regular season il coach della Virtus Molfetta, Sergio Carolillo, analizza il delicato momento che la sua squadra sta attraversando e parla in prospettiva dei playoff. “La squadra esce da un periodo difficile. La due sconfitte di S. Maria a Vico e Massafra bruciano ancora, tuttavia siamo stati penalizzati da due assenze importanti come quelle di Tommasini e Teofilo e dall' infortunio subito da Maggi che nell'ultima gara non ha giocato in perfette condizioni fisiche. Teofilo può considerarsi recuperato mentre Tommasini si allena ormai assiduamente con il resto del gruppo e sono fiducioso in un suo pronto recupero. La mia squadra ha già superato momenti negativi come questo e sono certo che saprà fare altrettanto nell'immediato futuro.” Carolillo non vuole ancora sentir parlare di playoff ma preferisce concentrarsi sulla gara di domenica contro i “cugini” del Cus Bari: “Il Cus non ha più nulla da chiedere al campionato dopo aver guadagnato l'accesso ai playout ma noi non dobbiamo assolutamente illuderci. In casa il Bari è molto temibile e pertanto noi dobbiamo fare la nostra partita scendendo in campo con la giusta mentalità, cercando di tenere bene in difesa e soprattutto con la voglia di vincere per consolidare la seconda posizione.” Poi Carolillo si sofferma sul cammino della Virtus e sulle opzioni di gioco da lui varate nel corso del campionato: “Ho cercato di dare alla squadra una propria identità fin dalle prime apparizioni e per questo sono state davvero poche le variazioni tattiche effettuate in corsa. Abbiamo sempre cercato di esprimere una buona pallacanestro. Finalmente il coach si sbilancia in chiave playoff e con un pizzico d'orgoglio e di scaramanzia dice la sua sul valore della sua squadra: Molfetta figura tra le tre o quattro candidate al salto di categoria e i valori espressi nel corso della stagione regolare non mi smentiscono. Inoltre la Virtus ha sempre tenuto bene negli scontri diretti: contro Bisceglie abbiamo vinto largamente in entrambe le gare mentre da Marigliano siamo usciti a testa alta, non siamo stati certo “asfaltati”, come qualcuno si è permesso di dire. Molfetta ha rispetto per tutte le compagini ma non teme nessuno.”
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet