Recupero Password
Basket : Gammauto, la scalata alla classifica con Corvino leader indiscusso
15 dicembre 2011

Forse sarà una “prima donna”, ma Valerio Corvino riesce a mostrare una classe incredibile, partita dopo partita. Alla sirena finale i punti del play foggiano sono sempre tanti e forse troppi in gare a punteggio ridotto. I numeri parlano da soli: primo nella categoria punti (25.71), primo nella categoria assist (7.57), decimo nella categoria stoppate (0.43), secondo nella categoria palle recuperate (4.43), quarto nella categoria minuti (36.86) e primo nella categoria valutazioni (32.71). Insomma, un leader dentro e fuori dal campo, in grado di prendere per mano la squadra nei momenti bui dei match. Quella di coach Gesmundo doveva essere una squadra mirata all’attacco, ma molto spesso ha rischiato di gettare via le partite nel terzo periodo dopo aver dominato gli altri periodo dei match. Infatti, negli ultimi match casalinghi la Gammauto Chevrolet Molfetta è stata brillante e spumeggiante nei primi due periodi ma limitata nel terzo facendo pensare i tifosi al peggio. Qualcosa non va o, meglio, qualcosa andrebbe rivista. La difesa dei biancoazzurri stenta a decollare, soprattutto sono assenti movimenti difensivi a rimbalzo. Molto spesso si pensa che le gare debbano essere risolte dall’immensa classe di Corvino o dallo strapotere di Lombardo sotto canestro. Ma nonostante questo, la Gammauto Molfetta non può ammettere fermate nel campionato DNC perché, al di là degli errori che durante una gara possono essere commessi quando c’è questa intensità, questa precisione, questa cattiveria agonistica in campo, la compagine molfettese non teme rivali, giovani o esperti che siano. Tanto di cappello alla prestazione di Vasto che ha creato più di qualche grattacapo a Molfetta, ma vedere Grimaldi entrare dalla panchina e spezzare in due la difesa di Vasto con le sue penetrazioni fatte di pura tecnica non ha assolutamente prezzo, tant’è che i suoi movimenti sembrano sempre così semplici da dar l’impressione di essere nel riscaldamento pre-partita. In questo roster ogni giocatore ha uno spartito da interpretare in maniera perfetta e oculata. Corvino si è calato perfettamente nel ruolo di play realizzatore, senza però dimenticare le sue doti di gran passatore: saper segnare quando non si può far segnare i compagni. Di Lauro e De Falco sono in grado di coprire con il loro carisma e la loro forza sotto canestro un eventuale passaggio a vuoto del play maker molfettese. Inoltre, de Gennaro fa sempre il suo, ma chiunque entra dalla panchina dà il massimo per raggiungere l’obiettivo, forte di un senso di appartenenza a questa squadra che difficilmente si vede in altre dove chi entra dalla panchina spesso lo fa svogliato o demotivato. Tra l’altro, importanti sono stati i grandi investimenti societari, sotto la guida saggia e appassionata del presidente Antonio Pucci, come anche la fame dei suoi tifosi, tornati ad affollare il Pala Poli e ansiosi di riprendersi il posto su parquet più ambiziosi dopo anni di astinenza. Vincere il campionato DNC non sarà facile e le gare di campionato lo stanno dimostrando. Gli anni passati possono insegnare e non poco. Gli allenatori scommettevano su giocatori bolliti e ribolliti. Gli allenatori erano diventati psicologi, guru della comunicazione, ma forse si dimenticavano che il loro compito era allenare, cioè addestrare i giocatori per farli poi giocare e farli rendere al meglio per il bene della squadra. La pallacanestro è un gioco semplice che non ha né bisogno di complicazioni né la necessità di omologarsi agli slogan populistici che nulla hanno a che fare con lo sport. Occorreva un coach giovane ed ambizioso come Giovanni Gesmundo per mandare in porto il cambio generazionale. Gesmundo ha fatto una scelta di vita: le vittorie della passata stagione e la gavetta nel campionato di Serie D lo hanno gratificato e reso un vincente, ma misurarsi con un campionato di livello superiore e in una piazza ambiziosa come Molfetta non è stato facile. Molfetta adesso deve solo impegnarsi a correggere quelle sbavature che a volte rendono eccellenti prestazioni solo buone prestazioni.

Autore: Andrea Saverio Teofrasto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet