Recupero Password
Aritmia Mediterranea, il battito vitale di un rosso “pomocuore”
15 luglio 2003

MOLFETTA – 15.7.2003 Dopo due estati di abulìa per la scena musicale rock molfettese, torna ad affacciarsi su un palco la musica che meglio sa esprimere sentimenti ed emozioni delle nuove generazioni. Quella pulsazione irregolare e irrefrenabile si è data un nome, Aritmia Mediterranea- Rumori di pace, e un appuntamento in un festival che, nel corso di tre giorni (dal 4 al 6 Settembre 2003), presenterà il meglio della produzione musicale di quindici band emergenti provenienti da tutto il Sud Italia. L'iniziativa, nata dall'idea della neonata associazione culturale Ballarock, ha subito trovato fertile terreno nell'impegno della sezione molfettese dei DS, che ospiterà la manifestazione nella Festa de l'Unità, e nell'entusiasmo dei ragazzi della Sinistra giovanile e di Studentipuntonet, divenuti da subito parte integrante dello staff e autentico motore del progetto. Il 2003 celebrerà quindi il ritorno nella Villa Comunale di una Festa de l'Unità all'insegna dei giovani e di un valore, la pace, che proprio nell'area Mediterranea è perennemente minacciata da soggetti politici e sociali che preferiscono il rombo di un aereo da guerra al suono di una chitarra distorta… e magari parlano di “canzoni cattive”! Ma non esistono canzoni cattive se la musica nasce dal dialogo, dal confronto, dalla sana competizione. E l'entusiasmo dei gruppi che stanno aderendo alle preselezioni, nell'ordine di 5-6 nuove band al giorno, dimostra quanta volontà ci sia di prendere parte a una rassegna che sarà soprattutto un'imperdibile occasione di scambio di idee e di suoni, oltrechè un'importante vetrina per gli artisti, che si esibiranno davanti ad una giuria competente, sfidandosi a colpi di assolo e controtempo per l'allettante premio finale. La sezione DS di Molfetta ha avuto il coraggio e la volontà di investire, in termini di risorse ed impegno, quanto sarebbe doveroso attendersi piuttosto da parte di un'istituzione "ufficiale", l'Amministrazione Comunale, le cui presunte politiche giovanili sono invece mestamente ridotte, negli ultimi anni, a qualche innocuo concerto di ex giovani promesse sanremesi (magari con annessa sfilata di moda) o qualche triste concertino finto-latino americano per la gioia delle scuole di ballo e per quella di chi non vuole sentire rumore e vedere ragazzi mal vestiti che urlano su un palco pubblico la loro gioia e, soprattutto quel disagio, quel "teenage angst" che si vorrebbe tenere nascosto sotto una coltre di assordante silenzio. L'obiettivo di Aritmia Mediterranea-Rumori di Pace è, innanzitutto, quello di "spegnere il silenzio", di ricominciare a fare rumore e di riconquistare alla musica, alla sua espressione più viscerale e per certi versi "scomoda", quel diritto di cittadinanza negato, nell'ipotesi migliore, dal pregiudizio e da ingiustificati scetticismi. La speranza degli organizzatori è che chiunque abbia la fortuna di partecipare, da artista o da spettatore ad Aritmia Mediterranea-Rumori di Pace, si senta parte, soprattutto, di un progetto che vuole restituire la voce ai ragazzi e la dignità a una città che nella pace e nel dialogo ha costruito la propria identità. Per seguire quotidianamente il diario del festival, conoscere lo staff e le band selezionate, visitate www.ballarock.it/aritmia Giuseppe Bruno
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet