Recupero Password
Appello dell'avv. Armenio (coordinatore provinciale di “Io Sud”): deputati meridionali salvate i nostri emigrati in Venezuela Il governo del presidente Chavez sta espropriando i loro beni e alla nazionalizzazione delle proprietà private
12 maggio 2009

MOLFETTA - Appello alle istituzioni e ai parlamentari meridionali del coordinatore provinciale di “Io Sud” (il movimento politico della sen. Adriana Poli Bortone) avv. Francesco Armenio (foto), a favore dei nostri emigrati in Venezuela che stanno subendo espropri da parte del governo del presidente Chavez. "In queste ore – dice l'avv. Armenio - ho appreso dai nostri connazionali emigrati decine di anni fa nel lontano Venezuela che, la situazione politica e sociale nei loro confronti sta diventando sempre più drammatica ed insostenibile. Infatti, negli ultimi giorni, il presidente Chavez sta, in spregio a tutti i trattati internazionali, espropiando le proprietà private e, procedendo alla nazionalizzazione delle stesse,di quei cittadini italiani, pugliesi, molfettesi che con il loro lavoro e con grandi sacrifici, abbandonando a malincuore i loro affetti e la loro terra, hanno fatto grande il Venezuela e con le loro rimesse hanno contribuito allo sviluppo del nostro meridione d'Italia. Pertanto, lancio un accorato appello a tutte le istituzioni ed in particolar modo ai nostri deputati meridionali, di abbandonare la retorica politica tipica di questi giorni di campagna elettorale e di attivarsi a tutti i livelli affinchè nel Venezuela si torni ad uno stato di diritto degno di questo nome. Da parte mia - e penso a me si associ la gran parte dei meridionali - va grande solidarietà alle famiglie dei nostri connazionali".
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quanto squallore e tanta tristezza nel leggere in giro, nei vari forum parole usate a vanvera e a mo'di offesa, come comunista - comunismo e varie inerenti alla stessa direzione. Fascismo-fascista, nazismo-nazista, stalinismo -stalinista queste sono le ideologie combattute non ancora sconfitte e che turbano la pace delle Nazioni. Parlare di comunismo-comunista è voler spaventare i bambini o adulti non cresciuti e che forse mai cresceranno. Anche i polli non sorridono più. "IL COMUNISMO E' LA DOTTRINA DELLE CONDIZIONI DELLA LIBERAZIONE DEL PROLETARIATO (cioè di) QUELLA CLASSE DELLA SOCIETA' CHE TRAE IL SUO SOSTENTAMENTO SOLTANTO E UNICAMENTE DALLA VENDITA DEL PROPRIO LAVORO, E NON DAL PROFITTO DI UN CAPITALE." Molti erano e sono stati comunisti senza saperlo. Il comunismo, quindi, non è una dottrina, non è una ideologia, ma una scelta di vita individuale e personale, una scelta utopistica a livello di massa in una società che diventa sempre più multirazziale, multietnica e globalizzata. Il comunismo è un'idea nata all'inizio del Nuovo Mondo per le condizioni di estremo sfruttamento di una intera classe sociale: la classe operaia, nel corso della prima fase della "rivoluzione culturale, e, con Marx e Engels diventò un movimento rivoluzionario, a cui si contrapposero varie "ideologie" come il fascismo, il nazismo, lo stalinismo, confuso ancora oggi, con il comunismo. Il comunismo fu la guida popolare a contrastare l'ingiustizia e il conservatorismo delle destre; il grido di chi chiedeva giustizia, la voce dei più deboli, degli emarginati, sfruttati, colpiti dalle tragedie umane non per demeriti, ma per puro caso naturale. In una società come quella in cui stiamo tutti vivendo e in continua trasformazione, per le esigenze sempre più complesse, si contrappongono le due forze non ancora ben definite: la destra conservatrice-populista e la sinistra progressista-riformatrice. Tutto il resto sono scarti di crogiuoli confusionari e di facciata.



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet