Recupero Password
Amnesty Molfetta, domani "L'amico siriano" alla Cittadella degli Artisti
15 dicembre 2021

MOLFETTA - Sarà proiettato il 16 dicembre alle ore 19 presso la sala cinematografica “La Cittadella” di Molfetta il documentario che vede protagonisti Federico Annibale e Mohammed Al Hussini - un migrante siriano bloccato ad Atene da più di cinque anni, suo amico da lungo tempo prodotto da Michelangelo film (Massimo Spano) e Kokè Lab.

Federico Annibale, attivista e giornalista va a trovare per pochi giorni il suo amico nella capitale greca nei primi mesi del 2020 per dargli supporto alla situazione di precarietà e solitudine in cui si trova da sempre.

Lui sogna di poter arrivare in Italia, un sogno dopo anni d’incubo in un paese dove non si sente accolto, ma scoppierà la pandemia di Covid 19 che separerà i due amici, lasciando il siriano sempre più solo e disperato.

“L’amico Siriano” nasce grazie all’incontro ad Atene di tre personaggi legati da un’amicizia e dalla voglia di raccontare senza filtri la realtà quotidiana di un uomo solo come Mohammed, che ha perso tutto e si trova in un limbo, dove non c’è nessuna possibilità di salvezza e speranza. Non a caso, fa parte del cast la giornalista tedesca Franziska Grillmeier, da sempre attiva sul fronte dei diritti umani incontrata dai due uomini ad Atene.

Il documentario, s’impone al pubblico come una riflessione amara su cosa significhi essere migranti in un’Europa che chiude i confini. Parte integrante della proiezione è, infatti, il dibattito con i due registi e rappresentanti delle associazioni che hanno patrocinato l’opera, una occasione per il pubblico di sentire dalla viva voce degli autori il background del film.

Questa proiezione in particolare si avvale della collaborazione degli attivisti del gruppo 236 Molfetta di Amnesty International che ha patrocinato il film insieme all’Arci e A Buon Diritto Onlus. I due autori alla loro opera prima, hanno deciso di firmare una co-regia, in cui Federico Annibale è il regista in campo, che tramite la sua conoscenza del contesto e di Mohammed funge da elemento che fa evolvere il racconto, guidando le conversazioni o le situazioni.

Federico de Sivo è il regista in camera, una camera silenziosa che traduce in immagine tutte le sfumature del rapporto tra i due amici. In questo film, esce fuori con forza la potenza distruttrice della pandemia, evento universale che però non ha toccato tutti allo stesso modo. Il protagonista della vicenda diventa un simbolo per tutti quelli come lui abbandonati dalla Fortezza Europa.

Il docufilm sarà anche proposto, sempre presso “La Cittadella”, la mattina del 15 dicembre a cica 300 studenti dell’I.I.S.S. G. Ferraris. Ad entrambe le proiezioni del 15 e del 16 saranno presenti i due registi che, assieme agli attivisti del Gruppo Amnesty di Molfetta, si confronteranno con il pubblico sui temi trattati dal docufilm.

Trailer al link: https://drive.google.com/file/d/1b7FPZahFDM4iJYjIiL285G6Ua9KXp7yf/view Ticket: intero 5 €, ridotto 4 €

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet