Recupero Password
Alla scoperta della Casa museo Poli e di Torre Pulo Con il Centro Terrae di Raffaele Annese
15 dicembre 2017

  Ha riscosso notevole interesse l’iniziativa “Ti raccontiamo la natura” proposta nelle ultime settimane dal team del Centro Studi e Didattica Ambientale Terrae di Raffaele Annese. Il Centro studi, infatti, è tra gli enti che si sono aggiudicati il bando regionale di Pugliapromozione “InPuglia365 – Sapori e colori d’autunno”, nato con l’obiettivo di creare occasioni per aiutare turisti e residenti a scoprire e sperimentare esperienze nei territori pugliesi in tutte le stagioni. Terrae ha saputo amalgamare un sapiente mix di storia, arte, natura ed enogastronomia, ponendo in luce eccellenze della nostra città e dei paesi limitrofi, dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia al Dolmen La Chianca, dal Casale Zappino al Museo del Mare di Bisceglie. Tra gli appuntamenti che hanno catalizzato maggiore attenzione vanno sicuramente annoverati quelli che hanno consentito di accedere a due autentici gioielli di Molfetta come la casa-museo Poli e la Torre Pulo. Grazie alla generosità del padrone di casa, Giuseppe Saverio Poli, in tanti hanno potuto scoprire un luogo carico di storia ma non tedioso, una serata che – anche grazie alla collaborazione del prof. Rocco Chiapperini – ha messo in luce le vicende di una importante famiglia e, in particolare, il valore culturale e scientifico di Giuseppe Saverio Poli (omonimo dell’attuale proprietario) che nella Napoli borbonica seppe affermarsi, divenendo, ad esempio, precettore del principe ereditario, il futuro Francesco I. Ma come non ricordare altri membri della famiglia come Gabriele Poli (padre del nostro ospite), noto a molti come “l’alpino di Molfetta”, o la poetessa Stella Poli. Altrettanto affascinante è stata la visita alla Torre Pulo, l’antico convento dei Cappuccini (il primo in città e tra i primi in terra di Bari) edificato nel XVI secolo sul margine della dolina. I visitatori hanno potuto percorrere le antiche stanze, affacciarsi sul terrazzo dal quale hanno ammirato – sia pure a distanza – il giardino mediterraneo inglobato nella struttura ma anche il Pulo e l’ex Fondo Azzollini. Anche questo appuntamento è stato reso possibile dalla generosità dei proprietari, la famiglia Panunzio, nonché dalla collaborazione dell’associazione Linea d’Onda. Tutte le attività, tra le quali non sono mancati laboratori per i più piccoli (ad esempio attività legate alla scoperta di prodotti tipici come il calzone o i dolci natalizi) e degustazioni di eccellenze enogastronomiche (come l’olio di oliva) sono state gratuite e sono state rivolte soprattutto alle famiglie. Una particolare attenzione è stata riservata al tema dell’inclusione, prevedendo iniziative specifiche per coloro che hanno delle disabilità. Una iniziativa positiva che varrebbe la pena di replicare. © Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet