Recupero Password
All'Alberghiero corso di celiachia per professionisti della ristorazione
15 settembre 2003

All'Ipssar di Molfetta si è parlato ancora di celiachia (intolleranza al glutine) ma questa volta con un corso di formazione sulle tecniche applicative per la ristorazione senza glutine rivolto ai professionisti del settore alberghiero e della ristorazione provenienti da tutta Italia e dall'estero e alla squadra nazionale italiana pizzaioli (N.I.P.). Il 3 e 4 settembre, infatti, si è svolto un meeting: “La celiachia: dalla patologia alla terapia alimentare” (nella foto, i partecipanti a una lezione). Il prof. Nicola Rigillo, direttore della cattedra II clinica pediatrica del Policlinico di Bari, sempre attento e presente a queste iniziative, ha illustrato la malattia nelle sue manifestazioni patologiche e ha sottolineato i risultati della ricerca che confermano quanto sia necessaria la dieta senza glutine per vivere bene. La prof.ssa Carrieri, docente di scienza degli alimenti Ipssar di Molfetta, ha presentato i risultati di un suo studio che raccoglie i dati relativi a una serie di cereali senza glutine che possono essere utilizzati in alternativa alla tradizionale farina. Di questi prodotti (seitan, teff, amaranto, grano saraceno, farro, miglio, bulgur o boulgour, quinoa, grano kamut) ha sottolineato tutte le caratteristiche nutrizionali e il valore nutritivo. Giuseppe D'Introno e Corrado De Virgilio, docenti di laboratorio di cucina Ipssar, hanno simulato, invece, la preparazione di pietanze per la ristorazione senza glutine mettendo in pratica anche le indicazioni fornite dal prof. Francesco Cotugno, ordinario di scienza degli alimenti. Nel suo intervento sulle problematiche della Haccp nella produzione dei pasti senza glutine. Cotugno ha messo in guardia dalle possibili contaminazioni e ha presentato 10 regole fondamentali da seguire per preparare un pasto sicuro. Nel suo intervento il prof. Giacomo Giancaspro, docente di laboratorio organizzazione e gestione servizi ristorativi Ipssar Molfetta, ha analizzato un altro aspetto del problema: “L'orientamento al mercato delle aziende ristorative” precisando che c'è sempre più interesse a questa patologia da parte delle strutture, e ciò è dimostrato anche dalla presenza al meeting di Molfetta della squadra nazionale pizzaioli tra i quali c'è il campione mondiale di pizza acrobatica Sergio Asaro di Mazara del Vallo. Il presidente del consorzio N.I.P., Dovilio Nardi, ha manifestato la sua soddisfazione per il rapporto creato con l'Ipssar Molfetta e ha ringraziato il preside, prof. Pellegrino de Pietro, per aver dato la disponibilità alla organizzazione di altri corsi di formazione e alla partecipazione dall'11 al 14 settembre al S.A.N.A (salone alimentare nazionale salute ambiente) di Bologna dove si terrà il primo campionato mondiale di pizza biologica. Il vicesindaco Mauro Magarelli, concludendo, ha ringraziato l'Ipssar per il lavoro che sta svolgendo e ha dato appuntamento al SANA dove l'amministrazione sarà presente a fianco della scuola con uno stand espositivo per sponsorizzare gli itinerari turistico gastronomici della città di Molfetta.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet