Recupero Password
“Non siamo lo sgabello dell’amministrazione” L’opposizione all’attacco: il sindaco si comporta da vicerè
15 settembre 1999

Poco democratico, afflitto da delirio d’onnipotenza, ormai svelato nella sua condizione di “re nudo”, così è stato definito il sindaco Guglielmo Minervini dai consiglieri di minoranza durante la conferenza stampa di venerdì 10 settembre. Presente Annalisa Altomare, che ha precisato di parlare non solo in quanto rappresentante di “Forza Italia”, partito cui appartiene da qualche mese, ma in qualità di candidato sindaco sconfitto, dando voce quindi a tutti quei molfettesi che non hanno scelto Minervini come primo cittadino, e i consiglieri Ancona, Brattoli, De Palma, De Nicolò, De Sario, Minuto e Palmiotti. A scatenare l’offensiva la mancanza del numero legale al Consiglio comunale del 6 settembre che ha impedito che venisse approvata lo statuto istitutivo della società che gestirà il Patto territoriale, a dare forfait sono stati alcuni consiglieri di maggioranza. La minoranza, che pure aveva deciso di astenersi, data l’importanza del provvedimento, non se l’è sentita di legittimare il comportamento da “viceré” del sindaco e ha abbandonato a sua volta l’aula, rendendo impossibile la prosecuzione dei lavori. Per Annalisa Altomare e gli altri consiglieri presenti alla conferenza stampa non si è trattato di ostruzionismo, piuttosto “la minoranza non accetta di essere trattata come lo sgabello di quest’amministrazione”, essendosi data come obiettivo quello di tutelare gli interessi dei cittadini e di garantire il dibattito all’interno del Consiglio e della città. Non si è trattato di un fatto episodico, in questo come in altri casi, hanno ribadito i consiglieri Minuto, Facilone e Brattoli, è mancato il coinvolgimento non solo dei consiglieri di opposizione, ma anche di quelli di maggioranza. A sentir loro, il sindaco va avanti con delibere “preconfezionate”, saltando il momento del dibattito preliminare, e finendo per provocare fratture nella stessa coalizione che lo sostiene. Una coalizione che, secondo il consigliere De Sario, riflette le contraddizioni e la fragilità di quella di centro sinistra del governo nazionale. A queste analisi sono seguite le solite accuse di malgoverno, che hanno fatto perno sull’inagibilità di Piazza Municipio, sulla mancata entrata in funzione della piazza mercato dell’ex mattatoio, sull’aumento delle tasse. Infine Annalisa Altomare ha annunciato una più stretta collaborazione fra le forze politiche di opposizione con l’apertura di un tavolo di confronto cui sono chiamati a partecipare anche i molfettesi insoddisfatti dell’attuale governo cittadino. Lel. Salv.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet