Recupero Password
8 marzo a Molfetta: le donne durante i conflitti mondiali Riflessione della confederazione delle associazioni combattentistiche e d'arma
08 marzo 2017

MOLFETTA - Il giorno 8 marzo di ogni anno si festeggia la Giornata Internazionale della Donna, per ricordare le conquiste politiche, sociali ed economiche da loro ottenute.

Le donne, nella loro veste di madri, mogli, fidanzate o figlie furono un importantissimo punto di riferimento per tutti gli uomini che durante la prima metà del XX secolo hanno combattuto nelle crudeli guerre che hanno insanguinato il continente.

La confederazione combattentistica e d’arma di Molfetta ricorda con immutato affetto, stima e gratitudine le donne della città che hanno tanto sofferto sia le privazioni della guerra che la lontananza dei congiunti. Dovettero sostituire coloro che erano partiti per il fronte nelle loro mansioni giornaliere, dunque lavorando in fabbrica o presso gli enti pubblici. Nella foto allegata un gruppo di donne saluta i propri cari in partenza e che non fecero più ritorno.

Molte di loro, a causa degli eventi bellici, rimasero vedove e con dei figli a carico che crebbero sopportando numerosi sacrifici. Altre ebbero il marito mutilato o invalido, come testimoniato dall’archivio conservato presso la sede ANMIG di Molfetta.

Una pagina di storia oscura e controversa ed ancora offuscata dall’oblio è la violenza di genere subita dalle nostre donne da parte delle truppe alleate durante la guerra di liberazione, di cui restano famose le “marrochinate” in provincia di Frosinone e meno famose quelle avvenute in Puglia.

A prova di ciò restano le numerose nascite di bambini non riconosciuti e che furono affidati ai vari orfanotrofi presenti sul territorio. In particolare, a Molfetta, circa settanta bambini vennero allevati presso il convento delle suore in via san Pietro, annesso all’omonima chiesa.

I giovani dell’associazione Eredi della Storia stanno caparbiamente sistemando gli archivi delle associazioni per rendere disponibili e fruibili alla cittadinanza questo immenso patrimonio fatto di storie di vita vissute, aneddoti, lettere, missive e moltissimi eventi inediti; sperando di trovare nella prossima amministrazione comunale una collaborazione di più ampie vedute, affinché questo patrimonio venga conservato e trasmesso alle future generazioni.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet