Recupero Password
Una sede staccata dei vigili urbani nel centro storico Il nuovo ufficio di polizia urbana Collocata in Via Termiti n. 2, è aperta mattino e pomeriggio con due vigili in servizio
15 gennaio 2006

Fra i pochi atti della nuova amministrazione comunale guidata dal sindaco/senatore Antonio Azzollini, l'inaugurazione di una sede staccata dei Vigili Urbani nel centro antico, in Via Termiti n. 2. A dimostrare concretamente l'importanza che questa zona, la sua rivitalizzazione ed il suo completo recupero, hanno per il nuovo gruppo dirigente. Lo ha ribadito il sindaco nel discorso fatto in occasione dell'apertura: “Due sono gli obiettivi che stiamo perseguendo con questa sede staccata: assicurare il rispetto della legalità, garantire quindi maggiore sicurezza a chi abita nel quartiere, associata, però, ad una bonifica sociale”. “Il vigile urbano - ha continuato il sindaco – è l'uomo in divisa più vicino ai cittadini”. La sede staccata è aperta al mattino, dalle 8 alle 14, e al pomeriggio, dalle 16 alle 22, con due vigili che si danno il cambio. Il vigile di turno svolge nella prima parte della mattinata servizio di front office, rispondendo alle richieste dei cittadini, nella seconda parte gira nel quartiere per tenere sotto controllo eventuali illegalità, riguardanti auto prive di autorizzazione alla circolazione o i cantieri in corso e infrazioni di vario tipo; mentre la situazione risulta invertita al pomeriggio. L'ufficio di Via Termiti funziona in autonomia rispetto alla centrale, grazie ad una linea diretta il vigile in servizio può segnalare direttamente agli uffici interessati ogni problema e disfunzione, senza necessità di chiedere l'intermediazione della sede di Piazza Vittorio Emanuele. La sede è funzionante dal 13 luglio, un periodo sufficiente a tentare un primo bilancio. Si dichiara soddisfatto il comandante dei Vigili Urbani, Mauro Gadaleta, soprattutto perché rapidamente la sede di Via Termiti è diventata un punto di riferimento per gli abitanti del quartiere, che ai vigili si sono rivolti spesso per chiarire mille piccole questioni, dalla farmacia di turno aperta, alle procedure da seguire per ottenere l'autorizzazione ad entrare con la propria auto nelle mura della città vecchia. “Il lavoro da fare è ancora tanto – ha dichiarato il dott. Gadaleta a Quindici – ma quanto meno c'è più ordine nella strade e i residenti sono stati indotti a farsi rilasciare le necessarie autorizzazioni per l'accesso e la circolazione nel quartiere; certo, dopo la fase della prevenzione abbiamo dovuto ricorrere anche alle multe, ma alla fine quasi tutti hanno capito che era necessario”. Fra le attività svolte l'individuazione e la segnalazione all'Ufficio tecnico di molte porte sfondate ed anche l'occupazione indebita di locali di proprietà comunale. Per garantire il consolidamento di quel rapporto di prossimità che è nella finalità del lavoro del vigile urbano, il comandante ha cercato di impiegare per il servizio a Molfetta vecchia sempre gli stessi vigili, in modo da creare continuità, cosa non sempre facile, soprattutto in un periodo di ferie e soprattutto data la scarsità di personale a disposizione. “I cittadini si lamentano che i vigili sono poco presenti – ha concluso il comandante Gadaleta – forse non sanno che proprio non ce ne sono e che io debbo fare i salti mortali per sistemare una copertina davvero troppo corta”.
Autore: Lella Salvemini
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet