Recupero Password
Una raccolta di libri per Natale. La prima iniziativa solidale di Temperamente
23 dicembre 2014

Di solito la lettura è un’attività individuale, che fa viaggiare con la sola forza della fantasia. Per questo Natale, invece, Temperamente, sito di recensioni letterarie (www.temperamente.it) nato da un gruppo di ragazze conosciutesi all’Università di Bari nella Facoltà di Lettere, la lettura diventa anche un’occasione di condivisione e solidarietà.

In collaborazione e a favore dell’Associazione Culturale “Libri su misura”, fautrice del progetto “Librincorsia”, che organizza piccole biblioteche pediatriche negli ospedali “San Paolo”, “Policlinico” e “Giovanni XXIII” di Bari, Temperamente ha promosso una raccolta di libri per ragazzi e bambini. Attraverso la condivisione di eventi e foto sui social e al contest #unlibroanatale, lo staff di Temperamente è riuscito ad ottenere un piccolo grande successo per la sua prima raccolta di libri social. Durante le tre giornate di lunedì 8 dicembre presso il B&B molfettese “Mulino di Amleto”, sede dell’Associazione “Lib(e)rofficina”, venerdì 19 presso il caffè letterario “Musa Sapori e Saperi” a Bari e infine domenica scorsa 21 dicembre da “Allémmèrse” Lab cafe a Molfetta, sono stati complessivamente raccolti circa 200 libri. Fra tutti i titoli, ha spopolato Geronimo Stilton, l’abitante  più noto di Topazia, insieme a Winnie The Pooh, ma non sono mancati romanzi “canonici” come I Malavoglia o Il giovane Holden o i viaggi di Jules Verne e le avventure di Kipling, senza dimenticare fumetti e fiabe.

“La partecipazione all’iniziativa non è stata massiccia, ma significativa”, commenta Susanna de Candia (foto), una delle fondatrici, sul sito di Temperamente, “tutti  coloro che si sono lasciati trasportare dalla corrente della solidarietà hanno lasciato le loro impronte, come la signora che, non avendo trovato parcheggio, ci ha regalato una sacca di libri senza attendere che la svuotassimo e gliela restituissimo o come un signore che è andato apposta in edicola ad acquistare il libro dell’infanzia letto più volte”.

Tutti i libri lasciano un segno dopo averli letti, specialmente quelli che ci hanno accompagnato nel muovere i nostri primi passi di lettori; riuscire a regalarli può essere difficile, ma se si crede davvero nella capacità della lettura di emozionare, di far viaggiare e solleticare la fantasia, allora non ci si ostina a mantenerli chiusi nella propria stanza e si può decidere di donarli per mettere in comune sane emozioni e per lasciare che quegli stessi nostri libri possano emozionare ancora, anche se altrove. Questo sì, è un vero regalo di Natale. Per sé e per gli altri.

Nelle parole di una delle fondatrici temperine, Susanna de Candia, capiamo davvero quanto lo spirito dell’iniziativa rispecchi lo stesso scopo di Temperamente: “Poter creare e cercare un contatto con gli amanti dei libri affinché questa passione possa lasciare un segno tangibile andando oltre la soggettività per condividere la passione creando nuovi rapporti, intrecciando storie e passioni per un comune fine solidale”.

I libri raccolti saranno distribuiti durante questo periodo di festività natalizie e andranno ad arricchire gli scaffali delle biblioteche ospedaliere e sicuramente potranno far sorridere, divertire o anche soltanto sognare un bambino meno libero di tanti altri, ma che, forse, potrà sentirsi ugualmente fortunato e ricco.

© Riproduzione riservata

Autore: Marina Mongelli
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet