Recupero Password
Sul Pulo interviene l'assessore Zaza: il Comune dalle parole deve passare ai fatti “La Provincia è pronta a definire la questione. Il Comune deve dimostrare se ha la reale volontà politica di chiuderla”.
13 gennaio 2007

MOLFETTA - Non ci sta Antonello Zaza (nella foto), assessore provinciale ai Servizi Sociali di Rifondazione Comunista, a vedere messa sul banco degli imputati la Provincia per i ritardi che si stanno accumulando nella riapertura del Pulo di Molfetta. E così, dopo l'incontro andato a vuoto lo scorso 9 gennaio tra Comune e Provincia (proprietaria del sito) che avrebbe dovuto vedere la sottoscrizione di una convenzione tra i due Enti per consentire in tempi brevi la piena fruibilità della dolina carsica, ha deciso di intervenire per ricostruire la vicenda e puntualizzare alcuni aspetti. “Innanzitutto – sottolinea l'assessore Zaza – dobbiamo partire dal fatto che quando questa amministrazione provinciale si è insediata, ha sottoscritto un protocollo di intesa con il Comune di Molfetta per l'attribuzione a quest'ultimo della gestione del Pulo fino al 31 dicembre 2005. E' a quel periodo, in cui sostanzialmente il Comune non diede la possibilità di gestire l'area alle associazioni che lo richiedevano a gran voce, che risalgono i primi gravi atti vandalici contro, ad esempio, i servizi annessi all'area archeologica”. “Successivamente – prosegue Antonello Zaza – abbiamo intrapreso un percorso con il Comune per cercare una soluzione organizzativa adeguata che andasse nella direzione del cosiddetto Sistema Pulo, mettendo in stretta relazione la dolina carsica con la Casina Capelluti ed il Fondo Azzollini, in modo da creare un polo di attrazione turistica più completo ed organico. Ma quando stavamo per sottoscrivere la convenzione, nell'aprile 2006, l'amministrazione guidata da Tommaso Minervini cadde e il progetto subì una brusca frenata”. Ma quell'idea non è stata accantonata ed è stata ripresa con la nuova amministrazione guidata dal sindaco Antonio Azzollini: “Certo, - continua l'assessore provinciale – non appena si è insediato il nuovo primo cittadino abbiamo avuto costanti contatti per portare a buon fine l'iter avviato e credevamo di esserci riusciti dal momento che lo scorso 9 gennaio siamo andati in Comune convinti di firmare l'Accordo di Programma che prevedeva la costituzione del Sistema Pulo, nel quale la Provincia metteva a disposizione la dolina carsica ed il Comune il Fondo Azzollini e la Casina Capelluti”. Ma qualcosa, a quel punto, è andato storto: “In quella sede i rappresentanti dell'amministrazione hanno inaspettatamente richiesto un ulteriore approfondimento per verificare la fattibilità tecnica dell'operazione ed il quadro economico-finanziario. Per questo la firma è saltata”. Ma ora si riparte da zero? “Assolutamente no – risponde deciso Antonello Zaza - . Abbiamo sempre creduto nella validità del Progetto Sistema Pulo e continuiamo a farlo, convinti che sia la soluzione migliore per il rilancio di tutta quell'area che è una straordinaria risorsa per la nostra città. Quando i tecnici del Comune avranno finito gli accertamenti che ritengono opportuni, ci saranno tutte le condizioni per procedere celermente a definire proficuamente la questione. Allora il Comune sarà chiamato a dimostrare concretamente quale sia la sua volontà politica, non potendosi più trincerare dietro alcunché”. Intanto il Pulo resta in condizioni di abbandono… “E' per questo – prosegue l'assessore provinciale – che bisogna portare a termine il lavoro condotto in questi mesi e non si può perdere ancora tempo. Siamo consapevoli dello stato in cui versa il Pulo ed ogni giorno che passa determina condizioni di maggior degrado che, tra l'altro, rappresentano un costo per le amministrazioni che dovranno provvedere a riqualificare la zona”. Ma quando pensa che il Pulo potrà essere restituito alla città, come un gran numero di associazioni chiede a gran voce? “Noi siamo pronti a definire questa vicenda e lo siamo da tempo. Sono altri che dalle parole, ora, devono passare ai fatti”.
Autore: Giulio Calvani
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet