Recupero Password
Soddisfatto Muti del concerto a Trani. Il Maestro ricorda le sue origini molfettesi
25 settembre 2005

TRANI - 25.9.2005 «Ho realizzato il mio sogno, suonare nella cattedrale di Trani per una occasione così unica: raccogliere fondi per il Fai, il Fondo per l'ambiente italiano». Così il maestro Riccardo Muti (nella foto) al termine del concerto che ha tenuto ieri sera nella splendida cattedrale di Trani dove ha diretto l'orchestra giovanile Luigi Cherubini. Sono state eseguite la "Tempesta di mare" per violino, oboe, clavicembalo, basso continuo di Vivaldi; la "Sinfonia Concertante" per violino e viola di Mozart, e la "Sinfonia tragica" di Schubert. Ad assistere allo spettacolo, tra gli altri, la moglie del premier Berlusconi, Veronica Lario, il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, Susanna Agnelli e la presidente del Fai, Giulia Maria Mozzoni Crespi. Muti, intervistato dal TG3 ha ricordato la sua origine molfettese, il fatto di aver vissuto fino a 17 anni nella città, dove i Muti sono una famiglia presente da diverse generazioni. Il Maestro ha anche detto che gli piace volentieri parlare ogni tanto il dialetto molfettese, che gli ricorda la sua città di origine, che gli anche concesso la cittadinanza onoraria. Riferendosi ai ragazzi dell'orchestra, Muti ha detto che "sono magnifici e provengono da tutte le regioni italiane, si tratta di un impegno duro e costante che sta dando ottimi risultati». «Non mi stancherò mai di proporre musiche di Mozart - ha sottolineato Muti - sapendo che la musica è perfezione ed armonia che si realizza grazie alla collaborazione di una orchestra che lavora in sinergia». Muti ha parlato anche del teatro Petruzzelli, i cui interni furono distrutti da un'incendio doloso il 27 ottobre 1991: «E' ancora una ferita aperta nel cuore non solo dei musicisti ma di tutta la cultura mondiale: non vedo l'ora di poter suonare nel teatro barese di così antica tradizione». Prima del concerto Mozzoni Crespi ha rivolto un appello al presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, presente all'evento, chiedendogli pubblicamente di «tutelare e proteggere le bellezze architettoniche e culturali della Puglia» e di «potenziare il turismo in armonia con l'ambiente. Leonardo de Sanctis
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet