Recupero Password
Rione Madonna dei Martiri, tra abusivismo e morosità Ma gli abitanti chiedono opere di riqualificazione delle case
15 maggio 2004

Situazione sempre difficile quella dei palazzi di edilizia residenziale pubblica del quartiere Madonna dei Martiri. Da una parte ci sono le carenze strutturali degli edifici e la necessità di un intervento urgente di riqualificazione complessiva del rione, dall'altra ci sono le situazioni di abusivismo e di morosità nelle quali si trovano alcuni degli inquilini delle case popolare gestite dallo Iacp. Se da un lato l'ente proprietario degli immobili pretende di recuperare, almeno in parte, i circa 250mila euro di spettanze non versate, gli inquilini vorrebbero che al recupero delle morosità si accompagnasse una azione di ristrutturazione degli appartamenti. Già nel mese di ottobre dello scorso anno la questione era stata al centro di una conferenza di servizi tenutasi al Comune, alla quale avevano preso parte il commissario straordinari dello Iacp, Gaetano Mossa, il sindaco Tommaso Minervini, i dirigenti e il legale dello stesso Iacp e i rappresentanti sindacali degli inquilini. Da allora, però, nulla è stato fatto. A rilanciare il problema è stata, nelle scorse settimane, una delle sigle sindacali che rappresenta gli assegnatari delle case popolari del rione Madonna dei Martiri, il Sunia. E' stata convocata una assemblea degli abitanti degli alloggi popolari nel coso della quale, i pochi presenti, hanno rimarcato la loro richiesta di interventi di ristrutturazione degli immobili e di riqualificazione del quartiere. “Tra gli abitanti di quegli stabili - ci ha riferito Gaetano Cataldo, responsabile cittadino del Sunia - si è sviluppata una profonda sfiducia nei confronti delle istituzioni e anche del sindacato.” “Bisogna trovare - prosegue Cataldo – un modo per regolarizzare le famiglie che, in possesso dei requisiti, occupano in maniera abusiva quelle case popolari e per recuperare, tramite rateizzazioni a lungo termine, le situazioni di morosità. Nel contempo l'istituto autonomo case popolari deve provvedere a ristrutturare al più presto gli immobili di sua proprietà che si trovano in condizioni fatiscenti.” Altra questione spinosa è quella della riqualificazione dell'intero rione e della creazione di spazi di aggregazione all'interno del quartiere che migliorino la qualità della vita degli abitanti. “Su questo tema – conclude Cataldo – stiamo tentando di sollecitare il sindaco a chiarire cosa l'amministrazione comunale abbia in mente per quel quartiere.” Intanto il Sunia sta tentando di ricucire le fila del dialogo con i residenti del quartiere Madonna dei Martiri con nuove assemblee ed incontri che puntano a ricostruire la fiducia degli abitanti almeno nei confronti dei loro rappresentanti sindacali. Francesco Dell'Olio francesco.dellolio@quindici-molfetta.it
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet