Recupero Password
REGIONANDO - Il presidente Pepe designa le componenti della Consulta regionale femminile La legge prevede la nomina di una rappresentante effettiva e di due supplenti da parte di una serie di organizzazioni, quali: associazioni e gruppi femminili che abbiano una effettiva rappresentatività a livello nazionale e regionale
06 giugno 2006

BARI - Nominata la nuova Consulta regionale femminile. Il presidente del Consiglio regionale, Pietro Pepe (foto), ha designato le componenti della Consulta, nel rispetto della legge n. 70 del 9 giugno del 1980. La legge prevede la nomina di una rappresentante effettiva e di due supplenti da parte di una serie di organizzazioni, quali: associazioni e gruppi femminili che abbiano una effettiva rappresentatività a livello nazionale e regionale; commissioni femminili o uffici “lavoratrici delle organizzazioni sindacali confederali” presenti nel Consiglio nazionale dell'Economia e del Lavoro; commissioni o movimenti femminili delle organizzazioni dei lavoratori autonomi presenti nel Consiglio nazionale dell'Economia e del Lavoro; commissioni o movimenti femminili e giovanili a livello regionali dei partiti democratici e antifascisti. Queste le 34 componenti effettive della Consulta: Clementina Spagnoletta Gusman (Fidapa) Giovanna Loiudice (Donneeuropee Federcasalinghe) Antonietta Feola Della Tommasa (Ande) Marcella Morante Quaranta (Ammi) Angela Liantonio Fano (Zonta International) Maria Gigliola Fanelli (Soroptimist Internazional d'Italia) Pierina Di Cagno (Agi) Annamaria Annicchiarico (Aidda) Santa Fizzarotti Selvaggi (Croce Rossa Italiana) Wanda Romano Argentieri (Centro Italiano Femminile) Ginevra Raponi Favia (Inner Wheel Club di Bari) Anna Scarnera (Cisal) Teresa Zaccaria (Uil) Luciana Gramegna (Cgil) Aurora De Falco (Ordine dei dottori commercialisti) Rosa Angela Racanelli (Confartigianato Puglia) Maria Luisa Paiano (Socialisti autonomisti) Sabina Rubino (Margherita) Rita Cataldo (Verdi) Patrizia Colella (Democratici di sinistra) Giovanna Gala (Partito dei Comunisti italiani) Maria Ancona (Partito socialista democratico italiano) Vincenza Musa (Sdi-Unità socialista Puglia) Giovanna Rita Marzo (La Puglia prima di tutto) Luigia Adele Alessandrini (Partito Socialista- Nuovo Psi) Pierina Curia (Gruppo per le Autonomie) Anna Maria Carbonelli (Alleanza nazionale) Michelina Leone Tolentino (Forza Italia) Suma Caterina Perla (Gruppo misto) Emanuela Carrozzo (Udeur-Popolari) Rosanna Guglielmi (Italia dei valori) Giovanna Causarano (La primavera pugliese) Antonella Mangia (Rifondazione comunista) Angela Cicchetti (Udc) Il presidente Pepe afferma che “recependo le indicazioni pervenute dal mondo dell'associazionismo, ho provveduto, utilizzando i poteri di legge, alla nomina delle componenti della Consulta regionale femminile. Ora quindi, questo importante organismo può rilanciare compiutamente la propria iniziativa politica e culturale a favore delle donne. La presidenza del Consiglio intende costruire con la nuova Consulta una proficua collaborazione affinché le tematiche femminili siano sempre più al centro dell'attività legislativa dell'Assemblea regionale”.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet